/ Cronaca

Cronaca | 15 luglio 2021, 11:05

"Non riesco più a spacciare quando vorrei, arrestatemi e mettetemi in galera". Accontentato dalla Polizia

In manette un 25enne marocchino che, sottoposto a obbligo di firma, non poteva muoversi e "lavorare" a proprio piacimento. Ubriaco, ha cercato di reclamare le proprie ragioni davanti al commissariato, fino alle manette

auto della polizia

Un 25enne marocchino si è fatto arrestare dopo aver chiesto agli agenti di essere portato in carcere

Non poteva più spacciare negli orari e secondo le modalità che preferiva. Colpa dell'obbligo di firma con cui doveva fare i conti da qualche tempo a questa parte. E così (anche se in condizioni di ubriachezza abbastanza evidenti) si è rivolto alla Polizia di Madonna di Campagna, chiedendo di essere arrestato e portato in galera.

"Basta, sono stufo", ha detto agli agenti un 25enne marocchino. Non contento, ha minacciato di fare resistenza passiva se non fosse stato accontentato, citofonando insistentemente e impedendo l’accesso agli altri utenti. "È colpa dello Stato italiano", ha aggiunto, parlando con la Volante che è infine intervenuta sul posto. Ma poi ha aggiunto minacce di morte e pugni contro il plexiglass dell'auto.

Il giovane è risultato con numerosi precedenti penali a proprio carico, ma pure irregolare in Italia a causa di numerose espulsioni già accumulate (e mai rispettate). È stato quindi denunciato per interruzione di pubblico servizio, resistenza e minaccia a Pubblico ufficiale e poi rilasciato. 

Ma di fronte alla riconquistata libertà, la situazione è peggiorata: l'uomo si è sistemato di nuovo davanti al Commissariato, cercando di colpire i poliziotti e manifestando atteggiamenti sempre più aggressivi. Fino a quando non ha ottenuto il suo obiettivo ed è stato arrestato per violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale, oltre a essere multato per ubriachezza molesta.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium