/ Eventi

Eventi | 29 luglio 2021, 11:34

Il 10 e 11 agosto doppio appuntamento per ricordare la battaglia di Ceresole Reale

Qui si scontrarono i fascisti contro i partigiani

Il 10 e 11 agosto doppio appuntamento per ricordare la battaglia di Ceresole Reale

Doppio appuntamento il 10 e 11 agosto 2021 fra Ceresole Reale ed Alpette  nel ricordo del 77° anniversario della battaglia svoltasi fra il fine luglio l'11 agosto del 1944 che partendo dal basso canavese si concluse sulle vette montane del Parco Nazionale del Gran Paradiso. 

Per " riaffermare,  nel ricordo dei caduti,i valori della Resistenza " recita la locandina che promuove l'iniziativa voluta dalle Amministrazioni  Comunali di Ceresole Reale ed Alpette,  l'Unione Montana Gran Paradiso, l'Anpi Alpette  ed il Polo culturale, bibliotecario ed ecomuseo del rame, lavoro e Resistenza di Alpette. 

Una battaglia quella del luglio-agosto 1944 che vide giungere in loco migliaia di  soldati delle forze di occupazione  nazifasciste  contrapposte alle numericamente minori formazioni partigiane della III° zona ed in particolare della IV° Divisione Garibaldi,  della VI° Divisione Giustizia e Libertà  e della formazione Matteotti di Piero Piero. Affiancate dai gruppi di jugoslavi  e cecoslovacchi ex prigionieri di guerra ed evasi dai campi di concentramento e lavoro od arruolati a forza nelle truppe germaniche, ma  anche un turco, un russo ed un polacco come recita nel suo titolo, il libro scritto da Claretta Coda e Giovanni Riccabone, edito dal Corsac nel 2019.

Lo scontro durato oltre dieci giorni,  si concluse l'11 agosto con l'abbandono delle loro posizioni da parte delle formazioni partigiane  rimaste senza munizioni e quindi costrette a riparare  verso le Valli di Lanzo o a sconfinare in Francia. 

Costò decine e decine di morti e molti feriti alle truppe nazifasciste fra cui il gerarca Alessandro Pavolini giunto in loco con numerosi rappresentanti della Repubblica Sociale Italiana fascista di Salo'.

Le formazioni partigiane lasciarono sul campo  sei uomini: Vaklav Cibulka musicista di Brno Cecoslovacchia ora Repubblica Ceca,  Andrea Marchetti  operaio di Alpette, Angelo Andolina  artigiano di Enna,  Antonio Brega operaio di Milano,  Cesare Dellica "Antipiol"  impiegato di Torino ed il comandante della 50° Brigata Garibaldi Mario Zemo poi 77°: l'alpettese Battista Goglio "Titala". 

Venticinque furono i feriti,  così segnalo '  il comandante partigiano di zona Picat Re.

Sarà proprio nella piazza centrale di Ceresole Reale  che ricorda i caduti con il monumento,  ad ospitare la celebrazione ufficiale martedì 10 agosto alle ore 11.00.

Una carovana di autovetture giungerà in loco partendo  da Alpette alle ore 09.00 e fermandosi durante il percorso presso i monumenti ai caduti partigiani di Salto (Cuorgnè ) e Noasca. 

Alcune persone, dopo la cerimonia ufficiale,  porteranno un omaggio floreale alla Croce di Titala. 

Il giorno successivo  mercoledì 11, la battaglia sarà ricordata nel comune di Alpette  logo originario del comandante Goglio.

Qui alle ore 11.30 ritrovo e deposizione  fiori al monumento dei caduti di piazza Titala per poi recarsi al Sacrario ove vi svolgerà  la cerimonia ufficiale. 

Alle 12.30 pastasciutta antifascista presso Casa Alpette con prenotazione obbligatoria al 3274338483 e comprendente alle ore 15.00 visita guidata e gratuita all'attiguo planetario. 

Ceresole Reale ed Alpette negli stessi giorni ospiteranno l'iniziativa provinciale che gode della partecipazione della Città Metropolitana di Torino,  denominata "Maria Riva 'Mariella'.Staffetta ed infermiera  partigiana. Maestra di scuola.Maestra di vita".

Iniziativa che si protrarrà sino al 24 ottobre toccando anche il Liceo Artistico Cottini di Torino ed i comuni di Giaveno e Coazze. 

Maria Riva fu insegnante nel 1947 a Ceresole Reale  e poi nell'anno scolastico 1948-49 nella frazione Grusiner di Noasca, sposandosi  anche in zona con il partigiano Erminio Rolando. 

Mariella fu poi animatrice di molte iniziative sociali e di ricordo dei caduti partigiani impegnandosi nel raccontare alle giovani generazioni quei tempi certo non facili. Recandosi fra l'altro all'ecomuseo di Alpette, ove venne girato il filmato "Eppur bisogna cantare" che la vede fra i protagonisti assieme all'alpettese Rita Seren Gay ancora vivente e conosciuta per il suo contributo nell'assistere ben sedici internati inglesi poi deceduti nel novembre 1944 al Colle della Galisia.

Il programma prevede per il 10 agosto ore 17.00 a Ceresole Reale  presso Ufficio Turistico -Pian della Balma,  proiezione di immagini ed interviste tratte da video film sulla vita di "Mariella".Lettura di alcuni brani dalle lettere di Maria alla mamma con vari aneddoti e racconti del suo periodo d'insegnante a Ceresole Reale. 

Ad Alpette invece ritrovo mercoledi' 11 agosto  alle ore 16.00 presso l'ecomuseo  con proiezione del video film ed altre immagini di una visita di Maria ad Alpette e incontro con Rita Seren Gay. Lettura di alcuni brani tratti dalla corrispondenza fra Maria e Rita. Racconti ed aneddoti. Partecipano le due famiglie. 

Il tutto sarà preceduto sabato 7 agosto alle ore 17.00 presso l'ecomuseo di Alpette con la presentazione del libro  "Cercando Gino.In ricordo di Gennaro Brunero. Una storia partigiana tra Corio e Cirié " editrice Baima&Ronchetti. 

Gli autori Maria Luisa Giacometti, Sergio Bardini e Vilma Demitri saranno presenti all'incontro assieme ad alcuni testimoni dell'epoca.Opera realizzata grazie alla sezioni Anpi di Cirié e di Nole e della Società Cooperativa di Consumo  Ciriacese  e al lavoro di ricerca svolto in ambito scolastico  da alcune classi locali. 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium