/ Politica

Politica | 03 settembre 2021, 07:52

Università e formazione, Pentenero: “Torino deve trattenere gli studenti offrendogli opportunità per il futuro” [VIDEO]

La candidata Pd al Consiglio comunale: “In questo momento che stiamo attraversando, gli Atenei tornino ad essere punto di riferimento per i giovani e per la loro formazione”

Gianna Pentenero, candidata PD elezioni amministrative 2021

Gianna Pentenero, candidata PD elezioni amministrative 2021

Dobbiamo lavorare molto per identificare Torino come città universitaria”. E’ con lo sguardo proiettato al futuro che Gianna Pentenero, candidata Pd al Consiglio comunale di Torino, immagina una città in grado di valorizzare le competenze e le eccellenze universitarie, possibile fulcro della ripartenza all’ombra della Mole.

Pentenero, già assessore e regionale a Istruzione, Lavoro e Formazione professionale, oggi capolista nella lista del Partito Democratico in sostegno di Stefano Lo Russo come candidato sindaco, pur riconoscendo il ruolo svolto dall’Università di Torino e dal Politecnico in città, si auspica che nel prossimo quinquennio gli Atenei possano diventare ancora di  più un punto di riferimento per costruire la Torino (e la Città Metropolitana) del domani: “E’ importante che possano essere un punto di riferimento per coloro che devono immaginare un nuovo progetto di vita lavorativo e possano trovare all’interno del sistema universitario elementi di supporto e riqualificazione”. 

Dobbiamo pensare anche a un’integrazione forte tra il mondo della ricerca e dell’innovazione, Politecnico e Università: soltanto con un lavoro stretto di programmazione e condivisione possiamo far sì che questi luoghi diventino i luoghi all’interno dei quali trovare quegli elementi fondamentali per far ripartire la Città, le imprese, le start up e quegli elementi di innovazione di cui abbiamo un grande bisogno” sostiene Pentenero.

Una delle sfide più difficili? Trattenere i giovani che, dopo essersi formati a Torino, lasciano il capoluogo piemontese per trovare lavoro altrove: "Gli studenti torinesi - spiega la capolista del Pd - si trattengono offrendo a loro opportunità per il futuro. Dobbiamo lavorare molto per identificare Torino come città universitaria. Vuol dire far si che i ragazzi e le ragazze che scelgono di venire qui o che da Torino seguono l’alta formazione che Unito e Polito mettono a disposizione, restino nella nostra città". La ricetta? "Dobbiamo far sì che la qualità della vita e delle opportunità che offriamo loro sia una qualità alta. Occorre investire sulle residenze universitarie, coinvolgere quella parte di popolazione che all’interno delle proprie abitazioni ha spazi che possono accogliere gli studenti. I ragazzi, all’interno della città, devono poter trovare luoghi di aggregazione che la rendono più vivibile. Dobbiamo pensare a loro perché restino a Torino, perché diventino un’opportunità, una fonte di ricchezza in termini di competenze" racconta Pentenero.

In tempo di pandemia, poi, l'ex assessore riporta l'attenzione su un tema troppo spesso sottovalutato. Quello del diritto allo studio: "Mi auguro che quest’anno si possa ripartire frequentando i luoghi accademici. Il diritto allo studio è una competenza prettamente nazionale e regionale, ma un’amministrazione come Torino deve poter dire la propria opinione e far comprendere quanto sia importante sostenere gli studenti da un punto di vista dell’accesso al mondo accademico". "Gli studenti devono poter usufruire di un elemento fondamentale per la propria crescita e per il proprio percorso di vita individuale" conclude Pentenero

Comunicazione Politico Elettorale

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium