/ Cronaca

Cronaca | 25 novembre 2021, 18:22

Picchia e segrega la moglie che soffre di depressione, marito a processo

Il caso risale al novembre di tre anni fa, protagonista un residente nella cintura di Torino

aula di tribunale

Picchia e segrega la moglie che soffre di depressione, marito a processo

Un caso emblematico, che ha visto un'udienza proprio oggi, 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne. Ha picchiato e segregato in casa la moglie sofferente di depressione. Con questa accusa un italiano residente in Comune della provincia di Torino è processato in tribunale.

Il caso, su cui indagarono i carabinieri, emerse nel novembre del 2018, quando la donna - che nel 2010 aveva perso un dito dopo un incidente sul lavoro - fu visitata in ospedale.

"All'inizio - ha testimoniato in aula una assistente sociale - faticava a ricordare. Era impaurita e chiusa in se stessa. Poi, un po' alla volta, raccontò tutto e ci permise di formalizzare una denuncia. Spiegò che era costretta a stare in casa dall'estate precedente e che viveva nel terrore: iniziava a tremare quando sentiva la chiave nella serratura. Controllai se altre volte fosse passata al pronto soccorso: arrivava ma non diceva niente perché era sempre accompagnata dal marito".

"Spesso - ha detto una vicina di casa - sentivo le urla di lui e i pianti di lei. Quell'uomo gridava come un lupo". In aula l'accusa è sostenuta dal pm Barbara Badellino. La donna è costituita parte civile con l'avvocato Sveva Insabato, mentre l'imputato è assistito dall'avvocato Alessandro Melano.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium