/ Cronaca

Cronaca | 27 novembre 2021, 19:49

Ennesimo sabato di protesta, qualche migliaio di persone sfila contro il Green Pass

Il No Paura day ha comunque radunato meno manifestanti rispetto alle volte scorse. Gli esponenti della Variante torinese hanno protestato a Milano

manifestanti no green pass

Ennesimo sabato di protesta, qualche migliaio di persone sfila contro il Green Pass

Ennesimo sabato di protesta a Torino contro il Green Pass e le politiche decise dal Governo in materia di sanità e contenimento della pandemia. Il 'No Paura Day' ha radunato qualche migliaio di persone, in numero minore rispetto alle ultime settimane, forse anche a causa del freddo e del clima poco propizio.

Cartelli e striscioni

I manifestanti si sono ritrovati in piazza Castello per poi muoversi in via Pietro Micca e in via Cernaia nonostante i cortei nella ztl centrale del capoluogo siano stati vietati. "Lavoro Dignità Libertà No Green Pass Torino", recita lo striscione che apre la manifestazione. "Mai domi, non c'è libertà senza verità", si legge su un altro, mentre su un altro ancora era scritto "Siamo arrivati liberi su questa terra e liberi torneremo a casa!".

La Variante torinese di scena a Milano

Qualcuno si è attaccato al braccio, con del nastro adesivo, tre siringhe. "È un nostro diritto manifestare e lo continueremo a fare pacificamente come sempre, nonostante le denunce e i fogli di via", hanno detto alcuni dei manifestanti. "Popolo libero" e "Giù le mani dai bambini" gli slogan più usati.

All'appello mancavano gli attivisti de 'La Variante Torinese', i No Green pass torinesi, che hanno scelto di partecipare alla protesta di Milano e che sono tra gli organizzatori della manifestazione nazionale indetta per il 18 dicembre nel capoluogo piemontese. Il loro leader, Marco Liccione, è finito nell'occhio del ciclone, dopo aver paragonato alla persecuzione subita dagli ebrei durante le leggi razziali l'attuale regime sanitario.

Presenti invece i militanti di Forza Nuova, in prima fila col dirigente nazionale Stefano Saja. Il serpentone, dopo essere uscito dalla Ztl, ha fatto poi ritorno in piazza Castello per la conclusione della manifestazione.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium