/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2021, 07:00

Più diritti e cultura, a Torino una 3 giorni di eventi per celebrare le persone con disabilità

La CPD, premiata con una medaglia dal Presidente Mattarella, organizza una serie di iniziative in occasione della Giornata Internazionale del 3 dicembre

Consulta Persone in Difficoltà

Più diritti e cultura, a Torino una 3 giorni di eventi per celebrare le persone con disabilità

Il 3 dicembre si celebra, in tutto il mondo, la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità: a Torino, come tradizione, è la Consulta Persone in Difficoltà a organizzare un ricco programma di eventi per promuovere maggiori diritti e un salto culturale a più livelli.

La giornata dedicata alle scuole, l'Agenda della Disabilità e il turismo accessibile

Si partirà giovedì 2 dicembre (dalle 10 alle 12.30) con una giornata interamente dedicata alle scuole costellata di interventi, esibizioni e momenti di sensibilizzazione: quest'anno l'iniziativa andrà in scena sia in presenza, presso l'Istituto Sant'Anna di Torino, che in streaming sui profili Facebook e Youtube della CPD; in collegamento ci saranno circa 30mila studenti appartenenti a scuole di ogni ordine e grado sparse su tutto il territorio italiano. Un altro importante appuntamento è rappresentato dal convegno “Agendo per l'Agenda della Disabilità” (venerdì 3 dalle 10 alle 13 alle OGR e in streaming), in cui verrà presentata la community di 300 associazioni sviluppata in collaborazione con le Fondazione CRT. Infine, sabato 4 (esclusivamente online) sarà la volta del seminario sul turismo accessibile “Dall'accoglienza alla comunicazione – Buone pratiche di territori che si sono messi in rete per migliorare la loro accoglienza”.

La medaglia del Presidente Mattarella

La CPD, per l'occasione, ha ricevuto una medaglia dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Dobbiamo - sottolinea la presidente Francesca Bisacco – trovare nuove strategie per diffondere la cultura inclusiva: al di là della tragedia, la pandemia ha reso la cittadinanza maggiormente sensibile e capace di identificarsi nelle sofferenze e nei bisogni degli altri. Grazie al sostegno delle istituzioni, delle fondazioni, delle imprese, del volontariato, del terzo settore e della società civile vogliamo contaminare ancora di più i principi che portiamo avanti da sempre”.

I premi 3 dicembre

Un'altra tradizione che si è rinnovata è quella dei premi 3 dicembre, assegnati quest'anno alla pedagogista Barbara Urdanch, all'atleta paralimpica Carlotta Gilli, al direttore del GAL Valli del Canavese Giorgio Magrini, al medico esperto di psichiatria e neuropsichiatria infantile Roberto Keller e alle aziende Decathlon e Avio Aero.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium