/ Attualità

Attualità | 20 gennaio 2022, 17:28

Adozioni, incontro tra l'Associazione Nazionale Adelina Graziani e gli assistenti sociali dell'Asl To5

Si è parlato di Usca, dei Cas, delle Comunità famiglia, della collaborazione che dovrebbe essere maggiore fra l’Asl e i Servizi Sociali in capo ai comuni

Adozioni, incontro tra l'Associazione Nazionale Adelina Graziani e gli assistenti sociali dell'Asl To5

Questa mattina il Presidente Riccardo Ruà e la Vice Presidente Rachele Sacco dell’Associazione Nazionale Adelina Graziani, facendo seguito all’impegno preso da tempo di seguire la tematica degli affidamenti e allontanamenti dei minori, dopo la manifestazione di ieri davanti al Tribunale dei Minori di Torino, hanno incontrato le Assistenti Sociali della Asl To5, le dottoresse Daniela Toaldo e Laura Beatrice Scannerini.

"Ci siamo scambiati opinioni, idee, proposte e collaborazioni su svariati temi – dichiara il Presidente Ruà - Dopo lo spaccato negativo vissuto ieri alla manifestazione, con tanti bambini sottratti alle famiglie che soffrono, oggi abbiamo incontrato la parte corretta, collaborativa, giusta del servizio sociale. Si è parlato delle Usca, dei Cas, delle Comunità famiglia, della collaborazione che dovrebbe essere maggiore fra l’Asl e i Servizi Sociali in capo ai comuni. Rimane, ovviamente, aperto il problema degli affidi e degli allontanamenti. Nelle prossime settimane vogliamo incontrare anche i servizi sociali territoriali".

Sulla stessa linea la Vice Presidente Sacco: "L’incontro è stato veramente interessante e proficuo. Abbiamo visto molto impegno ed umanità nelle dottoresse. Abbiamo potuto toccare con mano la professionalità del servizio in capo all’Asl To5 e dove c’è una buona sanità i risultati sono palesi. Abbiamo discusso dell’assistenza ai malati oncologici. Sarebbe importante potenziare il servizio sociale in capo alle Asl. Gli affidamenti, in particolare, non competono direttamente alle Asl ma ai servizi territoriali, però abbiamo voluto estendere anche a loro la nostra proposta di installare telecamere nei luoghi più sensibili, come le comunità famiglia, le rsa e simili. A tutela dei soggetti più fragili, dai bambini agli anziani. Si è discusso anche di una maggiore mobilità del personale dei servizi per favorire un ricambio dei ruoli. Le dottoresse Toaldo e Scannerini hanno dimostrato molta volontà di collaborare e noi ne siamo soddisfatti. Speriamo di trovare uguale disponibilità e professionalità nei futuri incontri che faremo, mantenendo sempre alta l’attenzione sul tema degli affidamenti e della tutela dei soggetti più indifesi".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium