/ Eventi

Eventi | 18 maggio 2022, 19:02

"Cartoline" da Eurovision: ecco la parte migliore di noi che abbiamo spedito in giro per il mondo a 200 milioni di persone

Secondo i dati di Enit e Ministero del Turismo, dal 10 al 14 maggio i post sui social (e gli spot prima delle esibizioni dei cantanti in gara) hanno attirato apprezzamenti da record

sacra di san michele

Durante Eurovision 2022 le cartoline del Piemonte hanno raggiunto tutto il mondo tramite web e tv

Duecento milioni di persone. Numeri da capogiro, per la promozione delle bellezze italiane durante Eurovision 2022. Lo dicono i numeri elaborati da Enit e Ministero del Turismo al termine della competizione musicale ospitata a Torino dal 10 al 14 maggio e che ha previsto, sui social e tramite spot trasmessi prima delle esibizioni dei cantanti, la realizzazione di vere e proprie "cartoline" di luoghi storici e naturali della Penisola.

Numeri da urlo

Complessivamente, sul sito gestito proprio da Enit, le varie parti dello stivale sono state viste 200 milioni di volte, con un record di oltre 6 milioni di contatti in un solo giorno. Sono stati pubblicati un totale di 79 post per la promozione del territorio e del turismo in Italia, che hanno raggiunto, sui social Rai, 64.513 account unici sul Facebook, 349.289 su Instagram, generando 379.816 impressions totali. Su Twitter si sono registrate 200.105 visualizzazioni e 14.083 interazioni.

Una curiosità è che erano collegati mediamente ogni minuto oltre 68mila device tra cellulari e tablet a contemplare, tra le altre cose, gli scorci più suggestivi del Bel Paese. Oltre 15 milioni di interazioni social dal 9 al 14 maggio, e 6 milioni 400 mila per la finale, con un sentiment ampiamente positivo (il 64%). 

Una bellezza per ogni Paese

Le cartoline dedicate all'Italia - come avrà notato chiunque abbia seguito le serate trasmesse in diretta in televisione - sono state abbinate ad ognuno dei 40 Paesi in gara e ai rispettivi artisti e realizzate grazie all'uso di un drone che ha permesso inquadrature e punti di vista decisamente inediti. Si è partiti dalla Sardegna, con Barumini abbinata all’Albania per arrivare – al termine della seconda semifinale – a Caserta, accostata alla Repubblica Ceca. Per la serata finale, invece, le cinque Big Five (Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Spagna) abbinate ad altrettanti luoghi suggestivi del Piemonte, regione ospitante.

"Risultati che ci rendono entusiasti e che restituiscono feedback immediati delle enormi potenzialità di promozione del nostro Paese e del fermento con cui Enit porta avanti la propria mission", dichiara l'ad di Enit, Roberta Garibaldi.

Piemonte in vetrina

Limitandoci ai soli numeri legati alle località piemontesi, si scopre che durante la prima semifinale (10 maggio) Grinzane Cavour (provincia di Cuneo), abbinata alla Croazia, ha raccolto 536.697 visualizzazioni. Nella seconda semifinale, invece (quella del 12 maggio) l'Estonia ha portato in dote la Sacra di San Michele a Sant’Ambrogio di Torino, con 503.846 visualizzazioni.  

 

Per la finalissima, sono state le cinque nazioni maggiori a portare in alto le insegne piemontesi. In tutto sono state 503.846 le visualizzazioni per il Canale Cavour (Chivasso), abbinato alla Francia, Torino Lingotto (abbinato alla Germania), la Mole Antonelliana, legata a Mahmood e Blanco, la novarese Orta San Giulio (per il Regno Unito) e Alagna Valsesia, a braccetto con la Spagna.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium