/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 29 settembre 2022, 11:41

Liber-Azioni: torna a Torino il festival di Officine Corsare

Dal 30 settembre a domenica 2 ottobre. Tra gli ospiti attesi anche Marianella Sclavi, Cecilia Strada e Aboubakar Soumahoro

Liber-Azioni: torna a Torino il festival di Officine Corsare

Torna il Festival targato Comunet - Officine Corsare che, all’indomani delle elezioni politiche, non poteva non proporre a Torino un festival sul tema delle “LIBER-AZIONI”. 

 

Da venerdì 30 a domenica 2 ottobre al Circolo Risorgimento di via Poggio 16, nel cuore di Barriera di Milano, una tre giorni sull’importanza quanto mai attuale di riaprire spazi, tempi e percorsi dedicati alle Liber-Azioni. 

 

Dibattiti politici, biciclettate, passeggiate di quartiere con iniziative culturali e ricreative e non solo, per dare dare il via a una profonda riflessione che parta da Barriera per attivare un vero processo collettivo vivo e vitale nell’obiettivo di creare e far crescere nuovi legami sociali, reti politiche, solidarietà mutualistiche. 

 

Un fine settimana di accoglienza e di costruzione di comunità per tornare a una dimensione collettiva della politica, che non sia solamente una data da apporre in calendario, ma che dia il via a percorsi capaci di rinnovare ogni giorno il proprio impegno nella ricerca di risposte mutualistiche - da sempre l’obiettivo di Comunet Officine Corsare - per dare risposta ai bisogni tornati prepotentemente in agenda politica negli ultimi anni.

 

Il Festival Liber-Azioni diventa così occasione per coinvolgere la cittadinanza anche attraverso la presenza di rilevanti ospiti fra esponenti di percorsi politici e protagonisti di battaglie sociali. Il Circolo Risorgimento si trasforma per tre giorni in un laboratorio chiamato ad affrontare temi rimasti troppo a lungo trascurati o ignorati, con l’obiettivo di portare in agenda alcuni dei focus politici e quelle questioni sociali più urgenti a partire da una dimensione nazionale e globale, che non investono quindi solo la realtà torinese.

 

Il festival prende il via venerdì 30 settembre, alle ore 19, con l’aperitalk “Municipalismi. La potenza e i limiti della politica a partire dai territori”. Insieme a importanti esperienze di partecipazione locale ci si interroga su quanto queste realtà possono essere la base per una rinnovata alternativa politica e sociale. 

Intervengono Giulia Massolino (Adesso Trieste), Paolo Brugnara (Coalizione civica Bologna), Nello Fierro (Cuneo bene comune), Stefano Collizzolli (Coalizione civica per Padova), Alice Ravinale (Sinistra ecologista). Modera Serena Vitucci (co-portavoce di UP! Su la testa).

 

Alle 21.30 di venerdì 30 si torna anche sugli eventi che hanno sconvolto l’Ucraina e l’Europa negli ultimi mesi con il talk “Oltre la guerra. Le pratiche e le parole della pace”. Un’importantissima occasione di dialogo, in cui si andrà oltre il rifiuto inorridito della violenza della guerra e delle folli sirene nucleari, per domandarsi insieme cosa significa vivere all’insegna di pace e solidarietà.

Intervengono: Martina Pignatti (Un ponte per…), Marianella Sclavi (MEAN - Movimento Europeo di Azione Nonviolenta), Cecilia Strada (ResQ People Saving People). Modera Rocco Albanese (Comunet Officine Corsare)

 

Per il programma completo: https://comunet.online/ 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium