/ Politica

Politica | 03 novembre 2022, 14:46

Rave Party, il ministro Bernini: “La norma non si applicherà alle manifestazioni di dissenso nelle università”

Il ministro dell’Università difende il provvedimento: “Può essere modificato, ma a un comportamento illecito, abusivo e illegale deve corrispondere una sanzione”

rave party stupinigi e bernini

Rave Party, Bernini: “La norma non si applicherà alle manifestazioni di dissenso in università”

Non si placano le polemiche attorno al decreto legge contro i rave party approvato dal Consiglio dei ministri negli scorsi giorni. A difendere la norma, il ministro dell'università e della ricerca del governo Meloni Anna Maria Bernini, che ha voluto specificare come la norma non verrà applicata all'interno di scuole e università.

"Il decreto legge si può modificare"

"Io da ministro dell’università ribadisco che norma non si applicherà a manifestazioni di dissenso nelle università o nelle scuole.  Può essere modificata? Si, è un decreto legge" ha spiegato Bernini.

Il ministro ha poi difeso la norma: "E' una proposta che considero largamente condivisibile, in quanto l’ho votata".

 

"L'illegalità non si può tollerare"

"E’ doveroso garantire la libertà di manifestazione e riunione, non l’illegalità. Quello che è illecito va contrastato. Qual è la linea di demarcazione? Non è evanescente. A un comportamento illecito, abusivo e illegale deve corrispondere una sanzione" ha concluso Bernini.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium