/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2022, 13:13

Gli immobili sequestrati alla 'ndrangheta rinascono: andranno a chi è in difficoltà grazie agli studenti della Scuola Edile

Firmato il protocollo tra Comune e F.S.C. Torino: gli alunni si occuperanno di ristrutturare gli appartamenti: il primo in corso Lecce

firma beni confiscati

Gli immobili sequestrati alla 'ndrangheta assegnati a chi è in difficoltà grazie agli studenti della Scuola Edile

Gli immobili sequestrati alla mafia e alla 'ndrangheta rinascono come alloggi per chi è in difficoltà: a restituirli ai torinesi saranno i ragazzi della Scuola Edile di Torino. Il Comune ha sottoscritto questa mattina con l'ente un protocollo per favorire l'inserimento nel mondo degli studenti nel mondo di lavoro. 

Alloggio della 'ndrangheta ai giovani stranieri 

Il primo cantiere scuola sarà in un appartamento di corso Lecce, di circa 130 mq, che diventerà una casa per giovani stranieri in cerca di una vita autonoma. L'alloggio era di proprietà della famiglia 'ndranghetista dei Lo Surdo ed è stato sequestrato nel 2015.

Il cantiere impegnerà inizialmente 8 ragazzi e successivamente, a rotazione altri 20, di età compresa tra i 14 e 18 anni che si occuperanno di fare piccoli interventi di manutenzione e il rinnovo delle finiture. 

I commenti 

"Questo protocollo - ha spiegato la vice sindaca Michela Favaro - coniuga l'esigenza di restituire alla cittadinanza i beni confiscati, dandogli una nuova vita, insieme ad un momento di crescita professionale".

"Il progetto che parte oggi - ha aggiunto l'assessore alla Sicurezza Gianna Pentenero - ha un grande valore per tutti torinesi".

"I nostri ragazzi potranno occuparsi di manutenzione e ristrutturazione vera nell'ambito di un progetto importante e di grande impatto sociale" ha concluso il presidente di FSC Torino Massimo Maccagno

15 immobili confiscati al Comune 

La Città di Torino è assegnataria di 15 unità immobiliari ubicate sul proprio territorio confiscate alla criminalità organizzata. L'ANBSC ha assegnato al Comune ad agosto un appartamento da 85 mq in via Bardonecchia e, a inizio novembre, un grande immobile di circa 1.000 mq nei pressi di via Lanzo noto come Castelletto di Bramafame.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium