/ Cronaca

Cronaca | 01 dicembre 2022, 11:09

C'erano una volta le edicole a Torino: in dieci anni quasi la metà ha chiuso

Se nel 2012 erano 401, nel 2022 si scende a 233

C'erano una volta le edicole a Torino: in dieci anni quasi la metà ha chiuso

Edicole abbandonate, c'erano una volta i chioschi a Torino. E' un'emorragia senza fine quella delle strutture adibite alla vendita di quotidiani, settimanali, mensili e gadget per i bambini, dalle figurine ai giocattoli. Attività che per resistere alla crisi fanno anche da punto ritiro pacchi Amazon o offrono piccoli servizi di portineria di vicinato. Ma purtroppo la crisi dell'editoria è inesorabile.

A Torino perse 168 edicole in 10 anni

E a dirlo sono anche i dati sulla nati/mortalità di questo tipo di impresa. Negli ultimi dieci anni nel capoluogo ha perso il 42% delle edicole: se nel 2012 erano 401, nel secondo trimestre del 2022 si sono ridotte appena a 233. Ben 168 hanno tirato giù la serranda. Guardando all'ultimo periodo nel 2019, ultimo anno pre-pandemia, erano 274. A fine 2021 erano 246, ben 28 in meno. 

In provincia -37,6%

Un trend analogo a quello della provincia di Torino. Se nel 2012 i negozi che vendevano giornali erano 824, nel 2022 erano 514: in dieci anni si sono perse 310 rivendite, pari al -37,6%.

Confesercenti: "Bene stabilizzazione del bonus per edicole"

"Bene la proposta del governo - sottolinea Fenagi-Confesercenti, federazione degli edicolanti: - di proroga ed eventuale stabilizzazione del bonus per il settore edicole, ma si rende necessaria una misura più incisiva come il Tax Credit". "Le edicole - continuano - possono rimanere punti di riferimento nell’offerta ai cittadini di tanti servizi legati alla pubblica amministrazione, oltre che per la diffusione della stampa. Ecco perché occorre un sostegno pubblico consistente per gli investimenti che la rete delle edicole sta sostenendo e continuerà a sostenere".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium