/ Cronaca

Cronaca | 06 dicembre 2022, 20:05

Il Marocco vola ai quarti del Mondiale, fuochi d'artificio e festa nelle strade di Torino nord [VIDEO e FOTO]

Eliminata ai rigori la favorita Spagna. Traffico in tilt tra Aurora e Barriera

festa tifosi marocco

Il Marocco ai quarti del Mondiale, fuochi d'artificio e festa grande a Torino nord

Esultanze e scene di giubilo già viste una settimana fa. Fuochi d'artificio, clacson, canti e balli: dopo aver superato il girone, il Marocco ha compiuto l'ennesima impresa sportiva battendo la favorita Spagna ai calci di rigore, accedendo così ai quarti di finale dei Mondiali di calcio.

Esplode la festa tra Barriera e Aurora

Al fischio finale, come già avvenuto giorni fa, migliaia di persone si sono riversate in strada a festeggiare, in un tripudio rossoverde. A essere "investite" dalla gioia sono state soprattutto Aurora e Barriera di Milano, "casa" di generazioni di cittadini marocchini a Torino.

Traffico in tilt fin dalle ore 19, con corso Giulio Cesare chiuso e mezzi pubblici deviati.

A Torino il Marocco è in festa anche nel quartiere di San Salvario, vicino alla stazione di Porta Nuova, zona in cui abita un'altra grande fetta della comunità magrebina. A Barriera di Milano intanto il rumore dei botti dei petardi e dei fuochi d'artificio si sente nell'intero quartiere, mentre i tifosi si muovono per le vie e per i corsi principali in una sorta di corteo improvvisato, con conseguente blocco della viabilità.

Le forze dell'ordine controllano la situazione

Le forze dell'ordine stanno monitorando la situazione, in particolare controllano gli accessi che da piazza della Repubblica portano al centro cittadino, visto che si muovono parti della folla che puntano a raggiungerlo. Per il momento non si registrano disordini. Secondo una prima stima in strada sarebbero scese circa ottomila persone per festeggiare.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium