/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2023, 17:58

Osapp scrive al ministro Nordio: "Agenti aggrediti ogni giorno, nelle carceri situazione insostenibile"

Il segretario del sindacato di Polizia Penitenziaria Leo Beneduci: "Servono immediate iniziative per arrestare un'inaccettabile escalation delle violenze"

foto di archivio

Osapp scrive al ministro Nordio: "Agenti aggrediti ogni giorno, nelle carceri situazione insostenibile"

Con missiva odierna l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) ha richiesto al Guardasigilli Nordio e al Capo dell’Amministrazione penitenziaria Russo immediate e concrete iniziative per arrestare l’inaccettabile aumento delle aggressioni nelle carceri in danno dei Poliziotti penitenziari ultime delle quali quelle a Foggia, a Ferrara e a Novara: è quanto si apprende da una nota a firma del segretario generale del sindacato Leo Beneduci

"Tali violenze – indica il leader del sindacato – indebitamente considerate un rischio professionale insito nel lavoro svolto dalla personale di Polizia Penitenziaria, sono invece, assai spesso, il frutto dell’incuria, dell’incompetenza o del disinteresse che si riscontrano, anche per le  responsabilità non esercitate, nell’ambito degli istituti penitenziari e tra le quali si riscontrano: il mancato esercizio dell’azione disciplinare rivolta a sanzionare comportamenti impropri e violenti".

Beneduci parla anche "mantenimento delle identiche condizioni di allocazione all’interno delle sezioni detentive e di contatto con le “vittime” e, quindi, il mancato allontanamento verso una sistemazione più opportuna; l’errata assegnazione dei detenuti più volte responsabili di violenze ed intemperanze in istituti inidonei per organico e conformazione; l’assunzione di cocktail di farmaci psicotropi e la mancata osservazione/prevenzione di situazioni critiche nelle oramai numerose sedi in cui è più frequente lo scambio di sostanze (piazze di spaccio) e il verificarsi di situazioni debitorie e di soggezione tra i reclusi". 

"L’auspicio dell’O.S.A.P.P. – conclude Beneduci – anche propedeutico all’instaurarsi di una fattivo rapporto di collaborazione tra le Parti è che il nuovo Guardasigilli e il nuovo Capo dell’Amministrazione si esprimano nel ricomprendere le misure per l’immediata soluzione di un problema divenuto insostenibili tra le priorità assolute dell’iniziativa penitenziaria".

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium