ELEZIONI REGIONALI
 / Economia e lavoro

Economia e lavoro | 30 marzo 2023, 13:07

Allarme ritardi opere del Pnrr, Lo Russo rassicura: "A Torino scadenze rispettate"

"Paghiamo il disinvestimento degli ultimi vent'anni"

Allarme ritardi opere del Pnrr, Lo Russo rassicura: "A Torino scadenze rispettate"

È allarme sui tempi di attuazione del Pnrr, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Dopo che la Corte dei Conti ha sottolineato come oltre la metà delle opere sia in ritardo, sul tema è intervenuto il ministro degli affari europei e del Pnrr, Raffaele Fitto. "Alcuni interventi - ha chiarito l'esponente del Governo - da qui al 30 giugno 2026 non possono essere realizzati, ed è matematico, è scientifico che sia così, dobbiamo dirlo con chiarezza e non aspettare il 2025 per aprire il dibattito su di chi sia la colpa".

"Scadenze rispettate"

Ma il rischio "incompiuta" per Torino al momento è scongiurato, come chiarisce il sindaco Stefano Lo Russo: "Come Comune abbiamo lavorato in questo primo anno di attività amministrativa  per rispettare tutte le scadenze, che erano molto stringenti, ma che sono state rispettate sia qui che in Città metropolitana".

"Sfida improba"

"Ha ragione - continua il primo cittadino - chi dice che stiamo pagando, come paese, il profondo disinvestimento degli ultimi vent’anni in tema di pubblica amministrazione". "Sia come numeri, che come profili professionali, gestire una situazione straordinaria come quella indotta dall’arrivo dei fondi del Pnrr su una macchina che era già molto affaticata, e che comunque doveva garantire l’ordinarietà, è stata una sfida improba", ha concluso.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium