/ Eventi

Eventi | 14 giugno 2023, 18:26

Il Teatro Astra guarda oltre e dedica la stagione alla "Cecità": in scena dai classici greci al Nobel Saramago

De Rosa: "Il tema scelto è un invito a trovare uno sguardo nuovo, forse obliquo, sulla verità. E a cercare quella verità proprio a teatro". In cartellone 11 produzioni, 25 spettacoli, dal 7 novembre al 26 maggio. Senza dimenticare i titoli di Palcoscenico Danza

Il Teatro Astra guarda oltre e dedica la stagione alla "Cecità": in scena dai classici greci al Nobel Saramago

"Vedere. Guardare. Scegliere. La nuova stagione è un invito a trovare uno sguardo nuovo, forse obliquo, sulla verità. Perché la verità guardata dritta in faccia può fare male, ma non dobbiamo rinunciare a cercarla. Anzi: cerchiamola a teatro". E' così che il direttore Andrea De Rosa ha deciso di raccontare la nuova stagione della Fondazione Tpe - Teatro Piemonte Europa - al teatro Astra. E se l'anno scorso era dedicata ai Buchi Neri e alle verità scientifiche, questa volta il tema è la "Cecità", ossia le verità che non vogliamo o non riusciamo a vedere.

In cartellone 11 produzioni e 25 spettacoli, in scena tra il 7 novembre 2023 e il 26 maggio 2024. I titoli spaziano dai classici greci a rivisitazioni di grandi storie (come quella di Cyrano de Bergerac), fino al Premio Nobel Saramago, il cui romanzo ispira proprio lo spettacolo di esordio.

"Chi è cieco? Di solito il protagonista, spesso siamo noi"

"Il mio invito a riflettere sulla verità che non vogliamo vedere - insiste De Rosa - è rivolto al pubblico, ma ancora prima è quello che ho rivolto ai drammaturghi e registi presenti nel cartellone. Anche per questo il libretto che abbiamo preparato per la stagione è una sorta di manuale, dove i protagonisti dei vari spettacoli presenti rispondono tutti e tre domande: chi è il cieco? Cosa non vede o non vuole vedere? E perché? Basta leggere le risposte per capire lo spirito con cui vengono approcciati i vari spettacoli e il forte legame che hanno con il tema di questa stagione".

DI SEGUITO LE PAROLE DI ANDREA DE ROSA A TORINOGGI: 

I "numeri" del Teatro Astra

"L'ultima stagione si è chiusa con un aumento del 22% del pubblico, con una nuova tipologia di spettatori sempre più avvezza all'acquisto last minute che cresce insieme alla fascia giovane, universitari e under 30. Il progetto della Fondazione è stato anche premiato con l'incremento massimo del 10% del contributo del MIc", sottolinea la presidente di Tpe Maddalena Bumma. Poi ancora De Rosa: "Quella prossima sarà una stagione tematica con un programma ambizioso. Un calendario teatrale che, attraverso grandi classici, drammaturgie originali e romanzi rivisitati, parla dell'oggi e di noi, mette in scena l'attualità raccontandola con le parole più antiche intrecciate a quelle del presente".

Il direttore firma la regia dell'Edipo Re

La Stagione 2023/2024 si aprirà appunto con Cecità di Virgilio Sieni, che reinventa il romanzo di Saramago in uno spettacolo coreografato e non parlato (7-12 novembre). Si proseguirà con Birds di Wajdi Mouawad (17-26 novembre) e Black star di Fabrizio Sinisi (29 novembre-3 dicembre). L'anno 2023 si concluderà poi con Dentro di Giuliana Musso (5-7 dicembre) e Solaris, adattamento per il teatro di David Greig dall'omonimo romanzo di Stanislaw Lem e regia di Andrea De Rosa (19-31 dicembre). Nel 2024, moltissimi titoli classici, dai greci Edipo Re, con la regia di De Rosa (8-17 marzo), e Supplici, firmato da Serena Sinigaglia (19-21 aprile), fino al Tartufo di Molière (24-28 gennaio), alle Tre sorelle di Cechov, con regia di Claudia Sorace, e alla rivisitazione di Cyrano de Bergerac (4-7 aprile). Non mancheranno, poi, gli spettacoli legati a temi di attualità come la violenza familiare, il femminicidio, lo stupro: tra questi, Wonder woman con regia di Antonio Latella (11-21 gennaio), e lo spettacolo tutto al femminile Svelarsi di Silvia Gallerano.
Per il programma completo e le info: www.fondazionetpe.it

http://www.fondazionetpe.it

Martone sulle orme di Sorrentino

A settembre uscirà poi il programma dettagliato dei Dialoghi, anche se De Rosa si lascia sfuggire un'anticipazione: dopo il successo dello scorso anno, quando Paolo Sorrentino era intervenuto per raccontare la presenza del teatro nel suo cinema, quest'anno la stessa sorte toccherà a un altro ospite: il regista Mario Martone.

A passo di danza

Inserito all'interno della Stagione del TPE c'è anche il cartellone di Palcoscenico Danza, che nella stagione ha appena conclusa ha infilato una serie di soldout. In programma otto titoli, dal 10 febbraio al 12 maggio 2024.

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium