/ Eventi

Eventi | 07 settembre 2023, 09:51

Con il tradizionale raduno partigiano, al Bagnòou torna il ‘campeggio antifascista’

All’evento che commemora l’8 settembre 1943 dallo scorso anno partecipano i giovani dell’Anpi che ospiteranno in alta Val d’Angrogna anche il giornalista turco Murat Cinar

(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Da quarantatré anni salgono in Val d’Angrogna per ricordare l’armistizio dell’8 settembre del 1943, ma da due lo fanno assieme ai giovani che trascorrono la notte a Bagnòou alla vigilia dell’ormai classico raduno partigiano. Dopo la prima edizione del 2022, sabato 9 e domenica 10 settembre torna il ‘campeggio antifascista’ organizzato dai giovani dell’Anpi (Associazione nazionale dei partigiani d’Italia) in occasione del 43° raduno partigiano del Bagnòou del Comitato Val Pellice per la difesa dei valori della Resistenza e della Costituzione repubblicana.

“Spesso ci si dimentica che senza un 8 settembre non ci sarebbe stato un 25 aprile. Senza le scelte fatte quel giorno da uomini e donne che sono saliti sulle montagne non ci sarebbe stata la Liberazione. Per questo ogni anno riproponiamo il raduno per commemorare quella data” afferma Lorenzo Tibaldo per il Comitato. Le celebrazioni partono alle 10 di domenica 10 settembre in piazza Pietro Micca a Torre Pellice da dove una delegazione salirà in Val d’Angrogna per rendere omaggio alle lapidi dei caduti. Alle 11,30 l’appuntamento è in località Bagnòou in Alta valle dove, vicino alla lapide di Jacopo Lombardini, si terrà la cerimonia commemorativa con l’orazione ufficiale del sindaco di Bricherasio Simone Ballari. Seguirà il pranzo partigiano alla Casa della Pace, nella stessa località (Prenotazioni per il pranzo fino a giovedì 7 settembre al 339 4304557).

Il ‘campeggio antifascista’ partirà invece già il giorno precedente, sabato 9 settembre. Il ritrovo dei giovani dai 18 ai 35 anni è alle 9,45 alla stazione Pinerolo Olimpica da dove, con le auto, saliranno al Bagnòou. “Nel pomeriggio ci sarà un momento di riflessione in compagnia di chi oggi ha fatto scelte paragonabili a quelle dei partigiani di allora” annuncia Monica Barotto che assieme a Fulvio Grandinetti (della commissione formazione scuola dell’Anpi provinciale di Torino) e a Patrizia Barotto, organizza il campeggio. La riflessione partirà dalle testimonianze raccolte in un libro dal partigiano Aldo Garino e di quelle del partigiano e presidente dell’Anpi Val Pellice Giulio Giordano. “Tra gli ospiti dell’incontro ci saranno Murat Cinar giornalista turco che si oppone al governo di Erdoğan e Davide Rostan pastore valdese di Bobbio Pellice che ha dato aiuto ai migranti sul confine italo-francese quando era in servizio in Val Susa” spiega Barotto. Si potrà poi dormire in tenda (7 euro) oppure nelle camere della Casa della Pace (12 euro). Le iscrizioni al campeggio sono aperte fino a oggi, giovedì 7 settembre: info@anpivalpellice.it.

Prima del raduno, il Comitato celebrerà il giorno stesso dell’anniversario – domani, venerdì 8 settembre – con la proiezione del documentario di Rai Storia ‘Quell’estate del 1943’ alla Biblioteca delle Resistenze di Torre Pellice (via Arnaud 30).

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium