/ Attualità

Attualità | 13 settembre 2023, 16:19

La natura attraverso i parchi: alla Mandria e alla Reggia di Venaria un weekend di riflessione sull’ambiente

Cirio: “Crediamo nei parchi e lo dimostriamo investendo”. Il Piemonte è una delle regioni con più parchi in Italia

La natura attraverso i parchi: alla Mandria e alla Reggia di Venaria un weekend di riflessione sull’ambiente

Proteggere i parchi, la natura. E anche riflettere sul loro futuro. Si svolgerà dal 22 al 24 settembre nei meravigliosi contesti della Reggia di Venaria e del Parco Naturale La Mandria l’ultimo appuntamento di celebrazione del centenario dei due primi parchi nazionali istituiti in Italia - il Parco nazionale Gran Paradiso e il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Una tre giorni di appuntamenti che, come detto, hanno l’obiettivo di riflettere sui grandi temi ambientali e sul ruolo delle aree protette in questa epoca di grandi cambiamenti - a partire da quelli climatici - e sulle sfide per il futuro. 

Il ruolo centrale del Piemonte è ribadito dalla presenza alla cerimonia d’apertura alla Reggia di venerdì 22 del Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Gilberto Pichetto Fratin. Sempre alla Reggia di Venaria, sabato 23 mattina dalle 9.30, avrà luogo un incontro aperto al pubblico intitolato “L’uomo di fronte ai cambiamenti climatici’’, con esperti di scienza, cultura e comunicazione. 

Il Parco Naturale La Mandria ospiterà, invece, venerdì 22 mattina, attività per le scuole che avranno l’opportunità di svolgere gratuitamente attività esperienziali e immersive nella natura con le guide e gli educatori dei parchi organizzatori mentre domenica 24 - tutto il giorno - i visitatori di ogni età potranno partecipare a numerose iniziative organizzate dai parchi nazionali e regionali, come brevi escursioni, animazioni, laboratori e mini-workshop dedicati alla scoperta della biodiversità, nonché visitare gli stand dei parchi, per conoscere il lavoro svolto dalle aree protette.

L’importanza dei parchi va certificata con gli investimenti e l’abbiamo dimostrato incrementando le risorse a sostegno della promozione e della tutela. I parchi sono enti che proteggono un territorio e devono permettere al territorio di vivere: salvaguardiamoli, ma permettiamo a chi vuol vivere e rendere fruibile quei territori di farlo” ha affermato Alberto Cirio, presidente Regione Piemonte.

Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte ha detto: “Il Piemonte, con 2 Parchi nazionali (Gran Paradiso e Val Grande), 77 Parchi e Riserve regionali, 7 Riserve speciali a tutela dei Sacri Monti, è una delle regioni con più parchi in Italia”. “Abbiamo investito tanto, sia in termini economici che di comunicazione, chiedendo ai presidenti dei territori un impegno: ci sono persone che abitano al Sud del Piemonte che non conoscono quelli del Nord e viceversa. I numeri sono aumentati e continuiamo in questa direzione” ha concluso Carosso.

“I temi che caratterizzano i tre giorni, dai cambiamenti climatici al ruolo dei Parchi e delle persone che vivono e lavorano al loro interno, evidenziano e raccontano i valori legati alla conservazione della biodiversità e di come la loro azione possa incidere positivamente nello sviluppo sostenibile dei territori, grazie all’ampia rete di relazioni attivate con gli Enti Locali, le associazioni e i portatori di interesse. Le sfide che attendono i Parchi nel prossimo futuro riguardano il difficile compito di preservare le peculiarità di questo patrimonio naturale e, contestualmente, di promuovere politiche innovative e consapevoli a favore dello sviluppo locale” è il pensiero di Italo Cerise, Commissario Straordinario Parco Nazionale Gran Paradiso.

Giovanni Cannata, presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ha concluso: “L’evento alla Reggia di Venaria chiude le celebrazioni del centenario congiunto ma apre le porte al futuro delle aree protette e alle sfide complesse che le attendono”.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium