/ Politica

Politica | 26 settembre 2023, 18:56

Nuovi ospedali in Piemonte, c’è il “sì” ma l’opposizione attacca: “Propaganda, viaggiate a tentoni”

Autorizzato il finanziamento di spese di progettazione di edilizia sanitaria: vale 1,6 miliardi di euro. Preioni contro il Pd: “Siete già in campagna elettorale”

Nuovi ospedali in Piemonte, c’è il “sì” ma l’opposizione attacca: “Propaganda, viaggiate a tentoni”

Un maxi finanziamento per costruire nuovi ospedali in Piemonte. E’ stato approvato dal Consiglio regionale il disegno di legge indispensabile all’autorizzazione di spese di progettazione di edilizia sanitaria valente 1,6 miliardi di euro (erogabile da Inail a progettazione avvenuta).

I costi, come reso noto dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi, sono però cresciuti del 30% e la Regione dovrà stanziare 42 milioni di euro per le progettazioni, contro il 30 preventivati. 


“Non sappiamo quali aziende hanno acceso mutui e per quanto, quali aziende hanno attinto ai fondi regionali e per quanto. Ma è il dato sui costi di costruzione quello che ci preoccupa di più. Nella delibera di fine luglio si elencano 8 ospedali da finanziare con 1,6 mld: AslTO5, Vco, nuovo Maria Vittoria, Ivrea, Vercelli, Cuneo, Alessandria e quello del Saviglianese. Di questi 8 ben 3 li abbiamo persi per strada: quello del Vco non si farà più, Cuneo e Alessandria pare che migrino verso il partenariato pubblico e privato. Allora: perché l’Inail dovrebbe continuare a riconoscere al Piemonte per 5 ospedali gli stessi soldi che aveva previsto per 8 ospedali?” è la domanda posta da Daniele Valle, consigliere regionale Pd.

 

Immediata la risposta di Alberto Preioni, capogruppo della Lega: “È fondamentale che la nostra amministrazione regionale possa investire nell’edilizia sanitaria. Malgrado le polemiche, nemmeno la minoranza ha potuto votare contro questo provvedimento, preferendo non partecipare o astenersi. È il segnale del nostro massimo impegno per andare verso una sanità del futuro, per dare nuovi ospedali al nostro territorio. Dopo le criticità acuite dal Covid e l’aumento dei costi nell’edilizia, polemizzare è davvero un esercizio sterile”.

 

“I soldi per il parco della Salute ci sono, ma non si utilizzano, sono fermi. E se non li spendiamo, il Governo non ce li darà più: lo trovo incredibile. Sappiamo poi che il governo Conte ci ha assegnato importanti risorse per le Case e ospedali di comunità, ma i fondi vengono rimodulati per altre esigenze” è l’attacco di Sarah Disabato, capogruppo del M5s. Soddisfatto invece il capogruppo di Forza Italia, Paolo Ruzzola: “Con le nostre scelte, contrariamente a chi ci ha preceduto, stiamo ridisegnando il ritorno della Sanità territoriale. Quella che era stata distrutta da voi. Vi lamentate perché non ci sono mattoni nuovi? Noi stiamo lavorando per posarli, mentre voi li avete tolti, chiudendo ospedali, tagliando posti letto e riducendo le piccole strutture”.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium