/ Politica

Politica | 12 febbraio 2024, 18:44

L'impegno del Consiglio comunale per rilanciare le 48 piastre sportive polivalenti della città

La Sala Rossa ha approvato anche una mozione con l'intento di incentivare e promuovere il gioco nei cortili condominiali

L'impegno del Consiglio comunale per rilanciare le 48 piastre sportive polivalenti della città

L'impegno del Consiglio comunale per rilanciare le 48 piastre sportive polivalenti della città

Sono quarantotto le piastre polivalenti sportive cittadine appannaggio del settore Sport dell’amministrazione comunale; nate in passato oggi sono perlopiù in stato di abbandono e per vivere necessitano di manutenzione per essere trasformate o rivitalizzate verso i bisogni della pratica sportiva corrente.

La Sala Rossa ha approvato all’unanimità una mozione presentata da Simone Fissolo (Moderati) che invita l’amministrazione a redigere un piano manutentivo per ciascun impianto; a promuovere lo sviluppo di partenariati pubblico-privati con aziende, organizzazioni, associazioni; a coinvolgere la comunità nelle decisioni riguardanti il recupero e la valorizzazione delle piastre anche stimolando confronti pubblici; a promuovere iniziative e programmi finalizzati a incentivarne l’uso collaborando con le scuole e le associazioni.

Alla discussione in Aula sono intervenuti Patriarca – Firrao – Cerrato e l’assessore allo Sport Carretta che ha sposato l’iniziativa definita in linea con l’azione dell’amministrazione ed evidenziato il coinvolgimento della Lega basket che interverrà nel ripristino di due piastre e l’interlocuzione con la Federtennis per la realizzazione di nuovi campi all’aperto: “Sarebbe bello restituirli tutti 48 alla Città e ci impegneremo per farlo”.

"Facciamo giocare i bambini nei cortili": è l’obiettivo di una mozione, approvata questo pomeriggio dal Consiglio comunale con 27 voti favorevoli e 3 astenuti, che propone di incentivare e promuovere il gioco nei cortili condominiali, come già avviene in altre città, favorendo in particolare la possibilità di farlo nei cortili degli immobili di proprietà comunale gestiti da ATC e nelle social housing convenzionate con il Comune.

Il documento, presentato dal consigliere Pietro Abbruzzese (Torino Bellissima), prendendo lo spunto dal suggerimento di noti pedagogisti che sottolineano l’importanza del tempo trascorso a giocare all’aperto, ricorda come il cortile dovrebbe essere concepito come spazio d’incontro e di gioco, con regole chiare che garantiscano la sicurezza e facilitino la convivenza.

Per questo, chiede a Sindaco e Giunta di avviare un confronto con ANACI Torino (Associazione nazionale Amministratori condominio) per verificare che i regolamenti condominiali non prevedano il divieto per i bambini di giocare nei cortili, come previsto dalle disposizioni contenute nel Regolamento di Polizia urbana all’articolo 42, commi 5 e 6: “la Città di Torino riconosce il diritto dei bambini al gioco e alle attività ricreative proprie della loro età”.

In caso contrario, il consigliere chiede che i regolamenti vengano adeguati per garantire la possibilità di svolgere attività ludiche negli spazi comuni, negli orari consentiti e nel rispetto della quiete pubblica.

Infine, Sindaco e Giunta dovrebbero realizzare una campagna informativa per pubblicizzare le disposizioni che prevedono per bambine e bambini la possibilità di giocare nei cortili condominiali.

 

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium