/ Attualità

Attualità | 19 luglio 2018, 16:10

Walter&Hamlet presentano "La Terrasse": viaggio sui tetti del mondo

Un viaggio fatto di arte, moda, buona cucina e umanità

Walter&Hamlet presentano "La Terrasse": viaggio sui tetti del mondo

"L'arte dev'essere disturbante e in una società che cerca di dividerci, frammentarci e metterci in guerra l'uno con l'altro (divisi per caste, religioni, gusti sessuali) cercare di unire le persone è sicuramente contro corrente." (Walter&Hamlet)

“La città e fatta di persone" mi dice Walter "ma, è inutile lamentarsi di una città poco attiva e poco creativa, se poi queste stesse persone non fanno nulla di innovativo. Per questo quando ho visto questo spazio ho accettato la sfida. Ho avuto una visione. Una terrazza piena di amici, di tutte le etnie, che conversano, mangiano, ammirano le installazioni o semplicemente stanno, vicine le une alle altre ad ascoltare i suoni della città, ad osservare le finestre illuminate dei palazzi lontani, in ognuna di esse, una storia, dei sogni, degli uomini.”

Una Terrasse che dà alla città di Torino un'occasione di umanità, di abitare veramente il luogo dove si vive, non semplicemente di subirlo, presi come siamo da appuntamenti, impegni, scadenze.

Il concetto di abitare è un concetto bellissimo sul quale Walterche si autodefinisce un abitologo, si dilunga un po'.

ABITARE è importante sotto tutti gli aspetti, si può abitare una casa, un abito, un cibo.... se lo cogliamo veramente, se alziamo gli occhi e la nostra attenzione è tutta lì, nel momento che stiamo vivendo e sulla persona con cui stiamo dialogando.

Walter oltre ad essere uno stilista affermato è soprattutto un artista che come tale ha la capacità e la sensibilità di emozionarsi, di emozionare e di cogliere nitidamente aspetti che gli altri vedono solo in maniera confusa. Egli parla di emozioni, di presenza, di riscoprire la capacità di condividere e di crescere attraverso la conoscenza di ciò che è per noi distante: un'altra cultura, un'altra cucina, un'altra lingua, danza o arte.

Per questo motivo, è nata "La Terrasse": un progetto nato da un'idea di Didier, di Walter Miranda Dang e di Amelio Hamlet, ora noti come Walter&Hamlet, in collaborazione con la art-counselor psicosintetista Giovanna Giovannelli e del regista Stefano di Polito, uno dei curatori del Polo Culturale Lombroso, location della Terrasse appunto.

Walter&Hamlet ogni sera insieme a ospiti diversi, sapranno regalare un momento di cultura e vacanza a tutti quelli che restano in città.

Presso il Polo Culturale Lombroso in Via Cesare Lombroso 16, a Torino vi aspettano installazioni, alta moda, cibo, abiti da sposa, proiezioni video, danza, fotografie, e musica. Ad ogni evento il team ricreerà l'atmosfera di un tetto della città prescelta come tappa del viaggio, dove colori, musiche e atmosfere saranno accompagnati da un aperitivo inerente alla città. Dopo le 22:00 poi il "Paradiso": essere seduto in terrazza in una sera d'estate e ascoltare il silenzio.

Dalle 18 alle 22 Aperitivo

Dalle 22 alle 24 Open Bar

La prima serata sarà giovedì 19 luglio 2018, NOTE DI NOTTE A TORINO con replica venerdì 20 e sabato 21 Luglio. 

Elegante, perbene. Dietro quella facciata austera c’è una prorompente vitalità, un cuore pulsante creativo e frizzante che ne fa una città unica e diversa dal resto d’Italia”.(NEW YORK TIMES)

Il viaggio comincia da Torino. La serata sarà dedicata alla moda con una personale di Elena Pignata, fashion designer torinese e al cinema con la proiezione del film torinese Mirafiori Lunapark di Stefano di Polito.

Il viaggio proseguirà poi passando per:

- PARIGI il 26,27 28 luglio Arr RUE MONMARTRE "Se sei abbastanza fortunato di aver vissuto a Parigi da giovane, allora per il resto della tua vita ovunque andrai, questo ti accompagnerà, perché Parigi è una festa.” (ERNEST HEMINGWAY) Per la seconda tappa del nostro tour interculturale la Francia. Ritroviamoci per un aperitivo su una terrazza nel quartiere di Montmartre a vivere la Parigi Guinguette degli anni 40 con il suo “bal musette” e un omaggio a Bruno Molinari pittore Torinese.

 

- MAROCCO il 2,3,4 agosto UNA NOTTE A AL-DAR-AL-BAYDA 

“AL-DAR-AL-BAYDA è l’anima del popolo marocchino: l’ospitalità fatta di gesti più che di sorrisi.” (ROSITA FERETTO)

Per la terza tappa Casablanca, città del Marocco dove tradizione e modernità vivono la quotidianità. Una trilogia in 3 ore : vivere al suono della città, Casablanca il film e un appuntamento con la "Nayda" definita la movida marocchina ".

 

- ROMA il 9,10,11 agosto NOTE DI NOTTE A ROMA

“Poi, dolce vita che te ne vai sul lungotevere in festa, concerto di viole e mondanità. Profumo di vacanze romane.”(MATIA BAZAR)

Per la quarta tappa torniamo in Italia nel quartiere della movida Romana. Trastevere è il cuore di Roma la notte e uno dei luoghi dove invece si respira ancora quell'aria della Roma di Claudio Villa, di Aldo Fabrizi, di Alberto Sordi. Proiezione del film “ La dolce vita ” e la Moda con la personale di Daniela Sellone Fashion Designer Torinese con il marchio SELDI

 

 - SPAGNA il 23,24,25 agosto SON LAS 7 DE LA TARDE EN SEVILLA

"Siviglia è speciale perché emoziona e si emoziona , perché dà corpo alla bellezza e alla grazia dei sogni. Perché è Musa e Artista allo stesso tempo, perché vive il presente proiettando la sua Storia nel futuro" (PLACIDO DOMINGO)

La quinta tappa del nostro viaggio ci porta a Siviglia capoluogo dell’Andalusia. La serata sarà accompagnata dal suono del taconeo (sbattere il tacco contro il suolo) e de las palmas (tenere il ritmo con le mani) l’emozione del cuore OLE’

 

- VIETNAM il 30,31 agosto e 1settembre DOLCE HANOI

"La dolcezza di Hanoi sta nelle abitudine mantenute, nelle cultura tramandata sotto i tetti delle pagode” (SARA SCAGLIOTTI)

Hanoi capitala del Vietnam è la sesta tappa del nostro viaggio . Sono le 18.41 gli Hanoians si spostano nel quartiere Hoan Kiem centro storico dove la vita notturna è molto vivace grazie ai numerosissimi locali. La città sarà raccontata dalla letteratura alle sue delizie culinarie.

 

- PALERMO il 6,7,8 settembre NOTE DI NOTTE A PALERMO

"Palermo è il Museo del Mediterraneo. E’ una città deliziosa, una città dolce, una città profumata. È il capolavoro della natura, centro d’un mondo, terra illustre, si commovente e si nobile nel suo misterioso destino.” (GABRIEL HANOTAUX)

La settima tappa è Palermo. La sera i palermitani si spostano nel tempio della movida Piazza Della Rivoluzione fino a tarda notte. Un spettacolo tra banchetti, musica, vita vera, sorrisi e felicità in un quartiere in continuo divenire. Un capolavoro di restyling sociale e interculturale. Ritroviamo la moda con una personale del Couturier Torinese Gianluca Gioia.

Alessandra Canelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium