/ Cronaca

Cronaca | 07 novembre 2019, 09:41

Carabinieri travestiti da studenti e operai contro lo spaccio, preso pusher in stazione

I fatti risalgono a lunedì sera, a San Maurizio Canavese. Sequestrato un coltello-card, una lama da 8 centimetri, rinchiusa in una struttura a forma di carta di credito

Carabinieri travestiti da studenti e operai contro lo spaccio, preso pusher in stazione

I Carabinieri della Compagnia di Venaria hanno arrestato tre persone per spaccio e detenzione di sostanza stupefacente.

Lunedi scorso, alle 19, alla stazione ferroviaria di San Maurizio, i carabinieri hanno individuato un ventunenne italiano aggirarsi tra i binari e in chiaro atteggiamento d’attesa, senza salire su nessun treno in transito.
I militari hanno finto di essere studenti e operai in attesa del treno e hanno seguito il giovane che, in un sottopassaggio, poco distante dalla stazione ferroviaria, ha incontrato una coppia, entrambi italiani, di 36 e 23 anni.
Il pusher ha consegnato ai due 10 dosi di cocaina che la ragazza ha nascosto nello zaino del fidanzato. I carabinieri sono intervenuti e hanno bloccato la coppia prima che salisse su un treno mentre il pusher è stato fermato in bar vicino alla Stazione ferroviaria. Tutti e tre sono stati arrestati per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Dopo le perquisizioni personali, il pusher è stato trovato in possesso di un “credit card knife”, coltello a serramanico con lama di 8 cm a forma di carta di credito, abilmente occultata in un porta tessere.


Su disposizione della Procura di Ivrea, i due uomini sono stati tradotti presso la casa circondariale e la ragazza agli arresti domiciliari.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium