/ Cronaca

Cronaca | 04 dicembre 2019, 13:13

Post su Giovannino, il 16 dicembre Viale davanti alla commissione disciplinare della Città della Salute (VIDEO)

"Non ho fatto uscire io la notizia e non ho rivelato particolari riservati''. A schierarsi contro di lui il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone, che ha definito Viale "Dottor Morte" e ne ha chiesto il licenziamento

Post su Giovannino, il 16 dicembre Viale davanti alla commissione disciplinare della Città della Salute (VIDEO)

Il 16 dicembre il ginecologo Silvio Viale comparirà davanti alla commissione disciplinare della Città della Salute, dopo il provvedimento avviato nei suoi confronti per le affermazioni su Giovannino.

Secondo la dirigenza sanitaria il medico non avrebbe rispettato il Regolamento disciplinare e il Codice Etico con le sue dichiarazioni sul bimbo affetto da una rara malattia congenita, la Ittiosi Arlecchino, abbandonato dai genitori in ospedale. 

Accuse dalle quali Viale continua a difendersi: "non ho fatto uscire io la notizia e non ho rivelato particolari riservati: sono sicuro che il provvedimento disciplinare finirà in una bolla di sapone".

Il ginecologo, sempre nelle scorse settimane, è finito nella bufera mediatica dopo aver dato la sua disponibilità a praticare il suicidio assistito, secondo i parametri previsti dalla sentenza della Corte Costituzionale del 25 settembre. A schierarsi contro di lui il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone, che ha definito Viale "Dottor Morte" e ne ha chiesto il licenziamento. 

"Ho voluto sollevare il tema del fine vita - ha detto Viale - perché su questa questione la Regione tace. Il Piemonte, sui temi etici, rischia di essere superato dagli eventi".

"È politicamente inaccettabile - aggiunge il Presidente dei Radicali Italiani Igor Boni - che il Sant'Anna si sia mosso dopo il post di Marrone e non ci sia stata una presa di posizione politica contro un consigliere regionale che chiede, con toni violenti, il licenziamento di un medico che vuole solo applicare legge".

“Esprimiamo soddisfazione per la convocazione del medico e attivista radicale Viale di fronte alla Commissione disciplinare della Città della Salute di Torino: era un atto dovuto per l’Azienda ospedaliera di fronte alle provocazioni di chi, vestendo il camice bianco nelle nostre strutture sanitarie, sembra più preoccupato di uccidere i pazienti piuttosto che curarli”, ha dichiarato Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium