/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2019, 17:27

Asti, anche un torinese condannato nell'inchiesta per truffe ai danni di anziani compiute fingendosi carabinieri

14 anni di carcere per Patrick La Comare, 35enne astigiano, 5 per il suo complice Nicola Iervolino, originario di Torino

Asti, anche un torinese condannato nell'inchiesta per truffe ai danni di anziani compiute fingendosi carabinieri

E' stato condannato a quattordici anni di carcere Patrick La Comare, 35enne di Asti per aver rapinato anziani fingendosi carabiniere. Lo ha stabilito il giudice del tribunale di Asti, Giorgio Morando, al termine del processo con rito abbreviato. Lo ha confermato l'avvocato Gianluca Bona che insieme alla collega Shiela Foti difendeva l'imputato. Il pm Simona Macciò aveva chiesto due anni in più di reclusione.

La condanna è arrivata per una serie di rapine, commesse tra maggio e ottobre dello scorso anno, non solo ad Asti, ma anche nella provincia di Alessandria e in Liguria. Si presentava alla porta di anziane vittime e mostrava loro un tesserino contraffatto. Riusciva a conquistare la fiducia dei pensionati, che gli aprivano casa. Talvolta insieme a un complice, li derubava portandosi via denaro e oggetti preziosi.

"Le motivazioni della sentenza saranno depositate tra 60 giorni - dice Bona - e poi ricorreremo in Appello". Il trentenne pregiudicato, che è detenuto, aveva già subito un sequestro preventivo di beni frutto di condotte illecite. A febbraio scorso la guardia di finanza e la polizia gli avevano sequestrato quattro automobili, acquistate con denaro racimolato facendo rapine, furti e raggiri ad anziani. Un tesoretto che gli avrebbe consentito di acquistare quei veicoli, poi intestati a prestanome.

Il giudice Morando ha condannato a cinque anni di reclusione anche un complice, Nicola Iervolino originario di Torino, che era difeso dall’avvocato Pesavento del foro torinese. Per l'uomo sono stati disposti anche due anni di colonia agricola (lavori obbligatori) dopo aver scontato i cinque anni precedenti.

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium