/ Eventi

Eventi | 10 giugno 2017, 18:30

Torino: domani si tiene la manifestazione “Tagliatelle in piedi”, a favore dei diritti civili e di una legge sul fine-vita

Il raduno è organizzato dalla Chiesa Pastafariana Italiana e avrà luogo in piazza Carignano dalle ore 15

Torino: domani si tiene la manifestazione “Tagliatelle in piedi”, a favore dei diritti civili e di una legge sul fine-vita

Ribadire il concetto di famiglia tradizionale composta da N individui, adulti e consapevoli, che convivono con amore e rispetto, e quello dei diritti civili individuali e collettivi: è questo l’obiettivo della manifestazione “Tagliatelle in piedi”, che si terrà in piazza Carignano domenica 11 a partire dalle ore 15. L’evento è organizzato dalla Chiesa Pastafariana Italiana, tramite la locale Pannocchia di Torino e Contorni.

La Chiesa Pastafariana Italiana è accanto all’associazione Luca Coscioni nella battaglia per l’approvazione di una legge sul fine-vita che garantisca il rispetto della volontà del singolo individuo con la campagna “Liberi verso il Vulcano”. A tal proposito, è nato il progetto CAP – Carta di Autodeterminazione della Persona: si tratta di un tesserino che deve essere compilato con il nome del fiduciario inserito in un eventuale testamento biologico, da conservare nel portafogli, in modo tale da segnalare, in caso di incidente o simili, che la persona coinvolta ha redatto delle precise disposizioni anticipate di trattamento, che devono essere, pertanto, prese in considerazione.

La Chiesa Pastafariana rivendica, quindi, il diritto dell’individuo di decidere in prima persona sull’accanimento terapeutico e sulla “dolce morte”, basandosi sull’idea che ogni essere umano abbia il diritto di scelta sul modo in cui vivere e, anche, morire, e che uno stato laico e democratico debba, perciò, garantire, a tutti i suoi cittadini, uguali diritti. La campagna prende il nome di #LiberiVersoilVulcano, perché “in Paradiso ci attendono un Vulcano di Birra e una Fabbrica di Spoglierellist* per tutti i gusti, e crediamo che ciascuno di noi debba essere libero di poter scegliere come e quando levare le ancora e salpare verso altri lidi”.

La Chiesa Pastafariana Italiana è nata il 10 marzo 2012 grazie a Giorgio de Angelis e si tratta di un’associazione non lucrativa, democratica e apartitica che si basa sui seguenti principi morali: la tolleranza religiosa; il rispetto dei diritti umani così come sono stati stabiliti nella Carta Internazionale dei Diritti dell’Uomo e nella Carta Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza; la non violenza, il pacifismo e il ripudio della guerra; il dialogo come strumento di risoluzione dei conflitti; il pluralismo, l’uguaglianza dei diritti individuali e le pari opportunità, senza distinzioni di alcun tipo; e, infine, la libertà di coscienza, di espressione e di ricerca.

Roberta Scalise

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium