/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 21 agosto 2018, 17:17

Alpignano: La scuola Tallone diventa un college

Il rivoluzionario progetto dell’Istituto Comprensivo per rendere la scuola più bella ed efficiente

Alpignano: La scuola Tallone diventa un college

Le vacanze stanno per finire ed il 10 settembre si tornerà sui banchi di scuola. E come sempre è stato e sarà, per i bambini e ragazzi non è mai un momento entusiasmante. Ma forse, almeno per scuola secondaria di primo grado Tallone di Alpignano, per l’anno scolastico 2018-2019 qualcosa cambierà.

Infatti, l’Istituto Comprensivo alpignanese mira a sovvertire le regole di una modalità di apprendimento statica. Si chiama progetto “Scuola College”, che ha come scopo il dimostrare che è possibile immaginare una scuola secondaria di primo grado più bella e più efficiente.  Provare a cambiare l’abitudine che vede i ragazzi sostare in un'aula specifica in attesa che, uscito un docente, ne entri un altro e così lo stesso, per ore, giorni, anni.

Attuando questo progetto si vuole migliorare la vita scolastica dei ragazzi e dei docenti. La pianificazione delle ore scolastiche e delle attività cambierà nel seguente modo. Al mattino i ragazzi, dopo essere entrati al suono della campanella, si dirigono al proprio armadietto personale, depositano la giacca e lo zaino e prendono i libri per le prime due ore di lezione. Poi si trasferiscono in aule specifiche per discipline ad esempio, nell'aula di scienze.

Al termine delle prime due ore, durante l’intervallo, si spostano nell'aula di geografia in cui lavorano per altre due ore. Suonato il secondo intervallo, ciascuno si reca al proprio armadietto, cambia i libri e prende la merenda. Alla fine della pausa, la classe si sposta nell'aula di tecnologia. Dopo l'ultima ora di lezione e dopo aver recuperato nel proprio armadietto il necessario per studiare a casa, i ragazzi escono da scuola. 

Aria nuova anche per i professori. Entrando in una scuola con aule specifiche per discipline, i docenti usufruiscono di un'aula diversa da quelle che siamo abituati a vedere. “È un'aula che il docente può, finalmente, addobbare secondo la propria sensibilità educativa – spiegano dalla direzione dell’I.C. - è un'aula bella, colorata, curata, attrezzata con strumenti specifici per insegnare la propria materia”.

Il progetto, in sostanza, prevede la trasformazione della scuola secondaria di primo grado in modo da poter offrire a ciascun docente la propria aula in cui accogliere i ragazzi durante le ore delle proprie discipline. L'istituto trasformerà i propri ambienti in aule dedicate di cui: sette di lettere-storia-geografia, cinque di matematica-scienze, tre di inglese/francese, una di educazione tecnica, una di educazione artistica, una di tecnica/arte, due di educazione musicale, due per il sostegno, una di religione e un'aula di lettura.  Quasi tutte le aule saranno dotate di lavagne multimediali.

Il progetto “Scuola College” ha molti obiettivi: tra tutti il miglioramento della didattica ed il potenziamento degli strumenti didattici specifici per ogni disciplina anche non verbali con cartellonistica, software, modelli, video, collezioni di minerali, tendine colorate alle finestre, quadri, poster. E poi un miglioramento estetico della scuola in modo da rendere più gradevole il tempo trascorso a scuola per alunni e docenti.

Il contesto porterebbe nei ragazzi ad assumere il senso di responsabilità nella gestione del proprio armadietto e dei propri trasferimenti da un'aula all'altra con una conseguente diminuzione del peso degli zaini. Infine, una più facile elaborazione delle informazioni e delle funzioni della memoria grazie all’esercizio aerobico anche di pochi minuti, che ha un impatto positivo sul funzionamento del cervello da diversi punti di vista, come dimostrato da uno studio effettuato dalla facoltà di scienze motorie dell’università della Georgia. 

Sabato 8 settembre alle ore 10 verrà presentato questo nuovo modo di vivere la scuola.

Paolo Giordanino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium