/ Cronaca

Cronaca | 25 settembre 2019, 12:32

Morì dopo aver dato alla luce la figlia senza vita: tre medici del Santa Croce di Moncalieri rinviati a giudizio

Il pm Vincenzo Pacileo contesta l'omicidio colposo. Il legale del marito: "Rammaricati del silenzio dell'ospedale"

Morì dopo aver dato alla luce la figlia senza vita: tre medici del Santa Croce di Moncalieri rinviati a giudizio

Si aprirà il prossimo 12 febbraio a Torino il processo che vede imputati tre medici dell'ospedale Santa Croce di Moncalieri, accusati di omicidio colposo per la morte di Sara Festa, 39 anni, deceduta nell'aprile 2017 dopo aver partorito una bimba morta.

La donna era stata trasferita in gravi condizioni a Torino dopo che all'ospedale di Moncalieri aveva dato alla luce la neonata senza vita. Dei sette indagati, quattro sono stati archiviati mentre gli altri tre dovranno affrontare il processo. Fra questi, il primario del reparto di ginecologia del nosocomio di Moncalieri che - secondo l'accusa - non avrebbe coordinato a dovere l'equipe.

"Sara è stata trattata dai medici come se non avesse una storia clinica alle spalle", dice l'avvocato di parte civile Claudio Strata. "Durante la prima gravidanza - spiega il legale - aveva avuto problemi di ipertensione ma la gravidanza era comunque andata a buon fine. Ho sentito il marito di Sara - conclude l'avvocato - che si sta occupando a tempo pieno dell'altro figlio. Si è affidato alla giustizia, ma è rammaricato del silenzio dell'ospedale, che in questi mesi non si é mai fatto sentire".

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium