/ Cronaca

Cronaca | 04 maggio 2020, 11:52

Coronavirus e ritorno alla normalità: con l’avvio della Fase 2 riapre il Parco La Mandria

Ad attendere i visitatori, i guardiaparco, ma anche i volontari di Croce Verde, Croce Rossa, associazione nazionale carabinieri e protezione civile

Coronavirus e ritorno alla normalità: con l’avvio della Fase 2 riapre il Parco La Mandria

Ha riaperto questa mattina alle 8 il parco La Mandria, un luogo incantevole dove poter esercitare l’attività motoria e sportiva, all’inizio della Fase 2 dell’emergenza sanitaria da Coronavirus. Oltre 40 km di percorsi disponibili, nell’assoluto rispetto delle regolamentazioni del DPCM del 29 aprile 2020. All’ingresso del Ponte Verde, a Venaria, vi erano il presidente dell'ente, Luigi Chiappero e i Guardiaparco ad attendere i visitatori.



Anche i volontari della Croce Verde Torino, sezione di Venaria, Croce Rossa, Associazione Nazionale Carabinieri e Associazione Protezione Civile di Venaria, hanno dato la disponibilità per l’osservazione dell’area del parco. Nuova rinascita, quindi, per il parco La Mandria, che è aperto sino alle 20. Questa mattina, abbiamo intervistato Stefania Grella, direttore dell’Ente di gestione del Parco regionale La Mandria e dei Parchi e delle Riserve delle Valli di Lanzo, ricordando a tutti i bentornati e benvenuti visitatori, le disposizioni da rispettare. Non è un ritorno alle abitudini di un tempo: per restare aperti sarà determinante il rispetto da parte di tutti delle regole stabilite a livello nazionale per la prevenzione dal contagio, in una fase molto delicata di convivenza col virus. Il DPCM 26 aprile 2020, ha posto inoltre le seguenti misure prescrittive rilevanti per la frequentazione dei parchi, su cui si vigilerà, con potere sanzionatorio, confidando nella massima collaborazione dei visitatori. È vietata ogni forma di assembramento di persone. L'attività sportiva o motoria va praticata individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti.

Deve essere rispettata la distanza interpersonale di almeno 2 metri per l'attività sportiva e di almeno 1 metro per ogni altra attività. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto. Le aree giochi bimbi sono chiuse. È necessario essere muniti di mascherina e di guanti per ogni eventualità. Deve sempre rimanere al proprio domicilio chi ha sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5° (oltre che chi si trova in "quarantena"). Per contemperare in questa fase l'apertura con il rispetto delle regole di raggiungimento e frequentazione del Parco, non sono aperti gli ingressi lungo via Scodeggio a Venaria, (Tre Cancelli e Brero). Sono aperti tutti gli altri: a Venaria l'ingresso di Ponte Verde (fondo di viale Carlo Emanuele II); a Druento l'ingresso presso viale Medici del Vascello e l'ingresso di Bizzarria; a Robassomero (lungo S.P. 1 direttissima di Lanzo) l'ingresso Oslera.

Ulteriori dettagli sono consultabili sul sito del Parco La Mandria: www.parchireali.gov.it/parco.mandria/

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium