/ Cronaca

Cronaca | 09 maggio 2020, 10:20

Torino, ancora tossicodipendenza nella ciclabile “Baden-Powell” di Corso Svizzera

La segnalazione del comitato TorinoBcps ad Asl, forze dell'ordine e istituzioni alla luce degli ennesimi episodi. Nel mese di marzo era stato fatto un sopralluogo per affrontare la situazione

Torino, ancora tossicodipendenza nella ciclabile “Baden-Powell” di Corso Svizzera

La pista ciclabile “Baden Powell” di Corso Svizzera sta tornando sotto i riflettori per il consumo di sostanze stupefacenti. Dopo il sopralluogo di marzo da parte di assessorato all'ambiente, Circoscrizione 4 e Amiat, con il conseguente taglio della siepe per prevenire la possibilità di nascondersi in luoghi appartati, nelle ultime settimane il fenomeno si è spostato nella zona più interna.

A segnalare la situazione è il comitato TorinoBcps: “Nella giornata di mercoledì – fanno sapere - sono intervenuti i sanitari, supportati dalle forze dell'ordine, per soccorrere un tossicodipendente privo di sensi. L'ambulanza non ha potuto accedere all'area in quanto la guardia giurata di presidio all'Amedeo Di Savoia ha riferito di non essere in possesso della chiave, per questo si è reso necessario il passaggio attraverso l'interno dell'ospedale”. 

Gli interventi eseguiti, dunque, non si sarebbero rivelati sufficienti: “L'area - proseguono – è inaccessibile a tutti, anche alle forze dell'ordine, ma non ai tossicodipendenti che hanno creato un varco nel cancello d'ingresso a causa del catenaccio troppo lungo. Si è creato un  Toxic Park 2 con tanto di tappeto di siringhe, l'amministrazione comunale non può e non deve permettere che una pista ciclabile venga trasformata in un monumento alla droga”.

Il comitato ha anche avanzato tre richieste: “Chiediamo – concludono - che l'area venga resa davvero inaccessibile mettendo un catenaccio più corto ed eseguendo una bonifica dell'area, maggiori passaggi e presidi delle forze dell'ordine nell'area verde antistante la pista e un eventuale dialogo con i soggetti coinvolti  per la riapertura della stessa”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium