/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 15 maggio 2020, 15:28

Pioggia di investimenti sugli impianti della Via Lattea

Il nodo di alcune concessioni in scadenza permette all’Unione di “battere cassa” e ottenere interventi strategici per il comprensorio come la nuova seggiovia “Cit Roc”

Pioggia di investimenti sugli impianti della Via Lattea

Trenta milioni di euro di investimenti da qui al 2040. Questo è l’impegno che la Sestrieres Spa si è presa con l’Unione Montana dei Comuni olimpici Via Lattea, firmando una rinegoziazione delle concessioni in essere per gli impianti di proprietà pubblica presenti nel comprensorio sciistico. Tra le opere in programma c’è la nuova seggiovia “Cit Roc” a Sestriere e la risistemazione della seggiovia “Roccia Rotonda”. Ma il piano dettagliato delle opere verrà concordato con l’Unione.

Per il momento c’è un accordo sulle cifre e sui tempi: 15 milioni vanno spesi entro il 2030 e altri 15 milioni entro il 2040. Sale anche il canone annuale da 138mila a 306mila euro.

L’accordo non è nuovo, come detto, ma è una rinegoziazione delle concessioni già in essere, che non prevedevano investimenti, avevano scadenze più lunghe e un canone inferiore. Perché il concessionario Sestrieres Spa ha messo sul piatto tutte queste risorse se non era obbligato?

«C’erano alcune concessioni in scadenza dal 2021 al 2027, tra le quali la funivia di Pragelato e l’impianto di Serra Granet a Claviere. Quindi si è aperto un ragionamento complessivo – spiegano dall’Unione –. Le concessioni in scadenza non verranno prorogate e saranno regolarmente messe a bando, ma ci sarà una clausola che prevede una gestione unitaria e non frammentata della Via Lattea». Insomma, se dovesse vincere un altro gestore e non la Sestrieres Spa, ci dovrà essere comunque un confronto perché la gestione del comprensorio deve essere uniforme.

L’intesa è stata commentata con favore dal presidente dell’Unione Maurizio Beria e dall’assessore al Turismo Giorgio Merlo: «Un accordo importante non solo per i singoli Comuni dell’Unione Montana o per la Sestrieres Spa ma, soprattutto, per il futuro turistico e produttivo di un territorio che resta tra i principali e competitivi a livello nazionale ed internazionale per gli sport invernali».

Marco Bertello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium