/ Eventi

Eventi | 09 luglio 2020, 16:40

Dal Covid alla genetica per terapie "su misure" contro i tumori: torna SaluTo, la sanità a portata di tutti

L'appuntamento il 25 e 26 settembre. Appendino:"Il Coronavirus ci ha insegnato che la consapevolezza della salute e il senso di responsabilità incidono non solo sul singolo, ma sulla comunità"

Dal Covid alla genetica per terapie "su misure" contro i tumori: torna SaluTo, la sanità a portata di tutti

Il Covid e l’effetto psicologico della pandemia sulle persone, gli strumenti tecnologici smart per il monitoraggio di salute e benessere, la generica per elaborare terapie “su misure” contro i tumori. Sono questi alcuni degli argomenti di SaluTo Torino 2020, che per la seconda edizione prevede otto eventi tematici, in diretta web il 25 e 26 settembre.

L’obiettivo della kermesse sanitaria è sempre quello di portare la medicina fuori dai convegni accademici, a disposizione del grande pubblico, per dare la possibilità a tutti di chiarire dubbi e fare domande su temi relativi a salute, prevenzione e stili di vita direttamente ai massimi esperti del campo.

SaluTo – ha sottolineato la sindaca Chiara Appendino - pone il tema della diffusione del benessere, che è un tema di comunità. La sua sfida è far uscire il dibattito medico dal confine dei convegni per addetti ai lavori: ce n'è molto bisogno”.  “Il Covid -ha proseguito la prima cittadina - ci ha insegnato che la consapevolezza della salute e il senso di responsabilità incidono non solo sul singolo e sulla sua famiglia, ma anche su una comunità più ampia”.

Questa pandemia – ha aggiunto il rettore dell’Università di Torino Stefano Geuna - ci ha insegnato valore della scienza, di fare le cose in modo appropriato. Il senso di questo evento è dare informazioni per tutti, ma con base scientifica: con il Covid è cambiata la percezione del valore delle fonti. La scienza ci dice come in poco tempo siamo riusciti a scoprire delle cose, di una malattia, che fino a 3 mesi fa era sconosciuta”.

"Con il Covid - ha proseguito il rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco abbiamo capito che la nostra società oggi è meno resiliente, quindi ha difficoltà a reagire in modo adeguato alle situazioni improvvise e impreviste. La risposta deve arrivare dalla cooperazione: lo scopo di una manifestazione come SaluTo è proprio quello di diffondere in modo ampio la conoscenza nel campo delle scienze mediche, in modo da accrescere la consapevolezza nella società,  fondamentale nel contenimento del Coronavirus". 

SaluTo si aprirà venerdì 25 settembre con l’incontro, dalle 16 alle 16.30, su “Covid-19: a che punto siamo?”: interverranno il virologo Giovanni De Perri, il medico psichiatra Giovanni Abbate Daga e la direttrice del dipartimento di Scienze della sanità pubblica di UniTo Roberta Siliquini.

Non solo medicina in senso stretto, ma anche benessere. A seguire è previsto l’incontro “Dimmi cosa indossi e ti dirò come stai”, dedicato agli indumenti “intelligenti”, capaci di monitorare il nostro stato di salute.

Domenica pomeriggio previsti poi approfondimenti sulla prevenzione e tecnologia per curare le patologie cardiache, così come movimento e dieta sana per combattere obesità e diabete. In chiusura il 26 settembre si parlerà di come alimentazione e smartphone contribuiscano alla cura delle patologie dell’occhio.

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium