/ Eventi

Eventi | 19 settembre 2020, 20:56

E' arrivato l'ok dal Governo, torna il pubblico per la serie A: Juve-Samp con 1000 tifosi

Domani sera il debutto all'Allianz dei bianconeri contro i liguri. Cirio e Ricca: "Ora anche le altre categorie e discipline". Se ne parlerà già lunedì

E' arrivato l'ok dal Governo, torna il pubblico per la serie A: Juve-Samp con 1000 tifosi

Ci saranno cori, sostegno e applausi, magari anche qualche fischio, ma domani finalmente gli stadi di serie A smetteranno di essere luoghi silenziosi e deserti. In Piemonte, come previsto dal Governo, da domani sarà possibile tornare a giocare il Campionato di Serie A di calcio in presenza di pubblico. E dunque Juventus-Sampdoria, primo turno del nuovo campionato per i bianconeri guidati da Andrea Pirlo, avrà almeno una porzione di tifosi: mille in tutto. Certo non il sold out, ma già un enorme passo avanti.

A comunicarlo sono stati il governatore del Piemonte, Alberto Cirio e l'assessore regionale allo Sport, Fabrizio Ricca. Nelle prossime ore arriverà l'ordinanza che metterà nero su bianco l'intera questione. I protocolli di sicurezza da rispettare saranno rigidissimi.

"La giunta regione stava già lavorando a una ordinanza per riaprire al pubblico tutti gli eventi sportivi, anche dilettantistici, grazie al lavoro e alla collaborazione con il Comitato Piemonte della Figc-Lnd e le altre Federazioni sportive piemontesi, come volley e basket", dicono Cirio e Ricca.  

Ma il Governo ha voluto convocare questo pomeriggio alle 17.30 i governatori per comunicare che alla luce delle attuali condizioni epidemiologiche del Paese, così come rilevate dal Cts, sia il Ministero della Salute che quello dello Sport erano contrari a dare il via libera ad eventi continuativi in presenza di pubblico, ad eccezione della Serie A di calcio. Ha chiesto quindi alle Regioni di recepire in via sperimentale questa indicazione, per dare uniformità alla situazione del Campionato di calcio a livello nazionale.

"In sede di conferenza il Piemonte ha sottolineato, però, la necessità di tutelare anche le altre categorie di campionato e le realtà amatoriali e semi professioniste che rappresentano un tessuto sportivo vitale nelle nostre comunità. Per questo ha proposto durante la riunione di utilizzare dei parametri percentuali tra lo spazio disponibile e il pubblico, sia all’aperto che negli impianti sportivi al chiuso, prevedendo ad esempio un riempimento al 25%. Proposta che il Governo non ha al momento accolto, alla luce del parere contrario del Cts, ma che si è impegnato ad affrontare con il Ministro dello Sport già da lunedì".

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium