/ Sanità

Sanità | 29 ottobre 2020, 16:10

Moncalieri, il sindaco Montagna attacca: "Situazione hotspot insostenibile, subito un altro presidio"

"Chiedo uno sforzo alla Regione e all'Asl To5, i punti di Chieri e Carmagnola non bastano". Ospedale Santa Croce in difficoltà, una ventina di pazienti trasferiti

Moncalieri, il sindaco Montagna attacca: "Situazione hotspot insostenibile, subito un altro presidio"

Dopo i problemi e le interminabili code di ieri e i problemi registrati anche nei giorni precedenti al pit stop di Chieri, il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna alza la voce e scende in campo per chiedere di organizzare un nuovo presidio nel distretto sud della cintura di Torino.

"La situazione degli "hotspot" dei tamponi è diventata insostenibile. Basta ascoltare la voce di chi ci passato per rendersene conto", ha dichiarato il primo cittadino, rieletto appena un mese fa con una maggioranza amplissima, che chiede "uno sforzo immediato alla Regione e all'Asl To5 per organizzare un altro presidio: Chieri e Carmagnola non bastano, ci sono anche Moncalieri e Nichelino". Montagna dichiara di non farne "una questione di campanile, ma di servizio a favore delle persone e del territorio".

"Noi siamo pronti a fare la nostra parte, mettendo a disposizione aree, locali e volontari. Ma bisogna fare qualcosa subito", conclude il sindaco di Moncalieri. "Così non si può più andare avanti".

Intanto il Santa Croce è in grossa difficoltà. Oggi è stato deciso il trasferimento di una ventina di pazienti covid negli ospedali di Chieri e Carmagnola perché non ci sono posti. L’allerta è stata mandata in mattinata ai comitati di Croce Rossa di Trofarello, Moncalieri, Nichelino, Vinovo e None per organizzare il trasporto.

Il sindaco di Chieri Alessandro Sicchiero, ha sottolineato: "Le amministrazioni locali come il personale sanitario si trovano in prima fila: ci aspettiamo che la Regione Piemonte non ci lasci soli. Ci sono stati ritardi organizzativi e manca il personale: si cerchi al più presto di intervenire con dei correttivi. Servirebbe, per esempio, un servizio di prenotazione dei tamponi per gli hot spot stradali e attivare la Protezione Civile regionale".

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium