/ Cronaca

Cronaca | 24 novembre 2020, 19:58

Processo Scripta Manent: a Torino 13 condanne in appello

Vitale (legale difesa): "Per fortuna non é passata la linea della Procura secondo cui tutti gli imputati avrebbero fatto parte di una grande associazione anarchica"

Processo Scripta Manent: a Torino 13 condanne in appello

Tredici condanne per circa 56 anni di reclusione. É stata pronunciata oggi pomeriggio nell'aula bunker del carcere di Torino "Lorusso e Cutugno" la sentenza d'appello del processo Scripta Manent, che vedeva imputate 23 persone vicine al mondo dell'anarchia.

Le accuse, a vario titolo, erano di associazione con finalità terroristiche, attentati eversivi, strage in relazione alle attività della Fai-Fri dal 2003 al 2016. "Non sono soddisfatto - spiega l'avvocato Gianluca Vitale, uno dei legali difensori - sono state condannate persone assolte in primo grado, alcune delle quali solo per cose che hanno scritto e questo deve fare pensare".

"Ora leggeremo le motivazioni e faremo ricorso in Cassazione - aggiunge l'avvocato - non é passata fortunatamente la linea della Procura secondo cui tutti gli imputati avrebbero fatto parte di una grande associazione anarchica".

La Corte d'Appello ha disposto la scarcerazione di Nicola Gai, uno dei due condannati a Genova per l'attentato a Roberto Adinolfi. In primo grado a Gai erano stati inflitti 9 anni di reclusione. I giudici oggi hanno ridotto la pena a un anno e un mese in continuazione con una sentenza precedente.

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium