/ Attualità

Attualità | 13 febbraio 2021, 13:26

Ex OGM, sit-in di associazioni e comitati: “No al raddoppio degli oneri di urbanizzazione per l'e-commerce”

Diverse realtà operanti sul territorio si dichiarano contrarie alla proposta di delibera del consigliere comunale Andrea Russi che risponde: “Equipararlo al commercio al dettaglio è una misura di giustizia”

Sit-in alle ex OGM

Sit-in alle ex OGM

“No al raddoppio degli oneri di urbanizzazione per l'e-commerce”: Associazioni e Comitati Riuniti Porta Palazzo, ARQA, Comitato Cittadini Quadrilatero Aurora, Associazione Corso Giulio Cesare e Comitato un'Aurora per Tutti hanno realizzato un sit-in di protesta davanti alle ex OGM di corso Vercelli a Torino per sottolineare la propria contrarietà alla proposta di modifica di Regolamento Comunale presentata in Commissione dal consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Russi. Il concetto è stato ribadito anche attraverso una lettera inviata alle istituzioni cittadine.

Secondo i manifestanti, tale provvedimento metterebbe in serio pericolo il progetto di rigenerazione urbana di Esselunga (che prevede, oltre a un magazzino logistico e a un supermercato, anche una residenza universitaria, una RSA e spazi pubblici aperti ai cittadini, ndr) atteso per vent'anni dai residenti del quartiere: “In questo modo - hanno fatto sapere – gli oneri di urbanizzazione a carico delle attività di e-commerce verrebbero raddoppiati: presentandosi in tempi di progettazione e accordi già avanzati, temiamo che tale azione possa riscontrarsi come conflittuale, traducendosi in un protrarsi eccessivo delle operazioni di riqualificazione in seguito a un ricorso degli investitori o a un giustificato ritiro degli stessi”.

“Verrebbero a mancare – hanno poi proseguito - tutte le ricadute positive: la messa in opera di uno spazio socio-culturale di grande respiro che offrirebbe un ristoro evidente ad un territorio oramai soggetto a degrado incontrollato, la messa a disposizione di nuovi posti di lavoro dei quali il territorio e la città indubbiamente necessitano, la possibilità di costruire nuovi esempi non solo di sostenibilità ambientale ma anche di buona socializzazione e socialità che potrebbe ricucire la frattura delle relazioni tra cittadini di diversa provenienza che, a tutt’oggi, è un elemento di grande frizione e sofferenza nel quartiere”.

A difendere i presupposti della delibera è lo stesso Russi, che si dichiara comunque disponibile a rivederne il testo: “Non ho nulla contro Esselunga – ha risposto – ma equiparare gli oneri richiesti alle piattaforme di e-commerce con consegna a casa, attualmente minimi, a quelli del commercio al dettaglio è una misura di giustizia sostenuta anche da Confesercenti perché le due attività sono da considerarsi assimilabili a tutti gli effetti. Se le valutazioni sono negative sarò comunque disponibile a valutare emendamenti di modifica che escludano dagli effetti della delibera questo progetto, anche se il milione e mezzo di euro ricavato sarebbe stato investito sul territorio per compensare il commercio locale”.

Al presidio era presente anche una rappresentanza della Circoscrizione7: “La proposta - hanno commentato il presidente Luca Deri e il vice-presidente Ernesto Ausilioè per molti versi condivisibile ma ha controindicazioni pesanti su Aurora: se approvata, infatti, ritarderebbe o finirebbe con il bloccare l'iter di avvio del progetto di riqualificazione concordato con l'impegno dell'amministrazione comunale, della propriertà e della nostra circoscrizione. Tutta la trattativa risulterebbe vanificata perché le condizioni cambierebbero proprio alla vigilia della concretizzazione del progetto”.

Sulla vicenda, lo schieramento di centro-sinistra circoscrizionale ha anche presentato in modo compatto un Ordine del Giorno: “Con questo ODG – hanno aggiunto Deri e Ausilio – chiediamo una finestra temporale per posticipare l’entrata in vigore della delibera stessa, in modo da garantire ai progetti in corso d’opera e con atti amministrativi comunali già in essere la conclusione dell’iter di approvazione con l’attuale normativa”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium