/ Cronaca

Cronaca | 21 febbraio 2021, 12:10

Chiusa una macelleria "da incubo" a San Salvario: scoperti 84 chili di cibo conservati male

I controlli sono stati effettuati presso un negozio di via Saluzzo: fatta una multa per quasi 7600 euro. Denunciato un 42enne pakistano

Cibo e carni mal conservate

Sporcizia diffusa in una macelleria di San Salvario, in via Saluzzo

Una macelleria "da incubo" in via Saluzzo. Ma invece di essere un format televisivo, è ciò che si sono trovati davanti agli occhi - venerdì mattina - gli agenti del Commissariato Barriera Nizza insieme a personale della Polizia Municipale Sezione 8 San Salvario e dell’ASLTO1  - S.I.A.N. e VETERINARIA.

Nella cella frigorifera, nel congelatore a pozzetto e nelle celle refrigerate sotto il bancone è stata riscontrata una diffusa sporcizia con alimenti conservati gli uni accanto agli altri, senza le dovute precauzioni d'igiene. Nella cella frigorifera, per esempio, gli agenti hanno trovato diverse carni riposte in buste e cartoni non idonei alla conservazione degli alimenti o protette da carte sporche. Nella stessa sono stati anche trovati due secchi contenenti trippa e manzo, a mollo nell’acqua e che emanavano odori nauseabondi di merce in stato di putrefazione.

Nel congelatore a pozzetto, invece, sono stati trovati pesci e carni, alcuni di natura sconosciuta, privi di involucro e di etichettatura sulla provenienza. La merce era ricoperta di ghiaccio e aderente alla pareti del congelatore nel cui fondo erano presenti resti di prodotti congelati in precedenza. Anche nella cella sotto il bancone erano presenti prodotti alimentari in condizioni simili.

Complessivamente sono stati sequestrati quasi 84 chili di merce di vario genere. Per le diverse regolarità amministrative accertate, la Polizia Municipale ha elevato sanzioni per 6600 euro che si affiancano a 1000 dell’ASL - S.I.A.N per le irregolarità igienico sanitarie riscontrate.

Personale dell’ASL- S.C. Veterinaria ha provveduto alla chiusura dell’attività di macelleria e del laboratorio fino alla regolarizzazione delle non conformità strutturali riscontrate. Il titolare dell’esercizio, un cittadino pakistano di 42 anni, è stato denunciato dagli agenti del commissariato per la cattiva conservazione del cibo.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium