Elezioni comune di Torino

 / Cronaca

Cronaca | 12 aprile 2021, 12:05

Strage di Rivarolo: killer operato, il proiettile non ha colpito organi vitali

Renzo Tarabella, 83 anni, si è sparato in bocca dopo avere ucciso moglie, figlio e vicini di casa. Ora è intubato al reparto di rianimazione dell’ospedale San Giovanni Bosco

carabinieri dopo la strage di Rivarolo

Strage di Rivarolo: killer operato, il proiettile non ha colpito organi vitali

È durato tre ore l’intervento di chirurgia maxillofacciale a cui è stato sottoposto Renzo Tarabella, il pensionato di 83 anni che nella notte tra sabato e domenica, a Rivarolo Canavese, ha ucciso a colpi di pistola la moglie Rosaria Valovatto, 70 anni, il figlio disabile Wilson, 51 anni, e i padroni di casa residenti al piano di sopra: Osvaldo Dighera, 74 anni, e la moglie Liliana Hiedempergher, 70 anni, maestra dell'elementare in pensione.

Dopo il pluriomicidio Tarabella si è esploso un colpo di pistola in bocca, ma il proiettile non ha colpito nessun organo vitale. L’uomo, che ora è intubato al reparto di rianimazione dell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino, resta comunque in prognosi riservata.

La Procura di Ivrea, che coordina le indagini, ha già affidato al medico legale Roberto Testi l’incarico di eseguire le autopsie sulle quattro vittime.

Marco Panzarella

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium