/ Attualità

Attualità | 28 aprile 2021, 13:15

Venerdì 30 aprile torna il Bike to school

Bike Pride Fiab Torino - insieme a Comitato Torino Respira e Comitato provinciale per l’Unicef - invita genitori, insegnanti e studenti a pedalare insieme per la salute di tutti

Venerdì 30 aprile torna il Bike to school

 

Venerdì 30 aprile, l’associazione Bike Pride Fiab Torino - insieme al Comitato Torino Respira e al Comitato provinciale di Torino per l’Unicef - rilanciano il “Bike to school”, ossia andare in bici a scuola in maniera organizzata, invita famiglie, insegnanti, istituti scolastici, volontari e studenti, a organizzare appuntamenti in ogni quartiere per condividere il percorso verso la propria scuola. 

Saranno moltissimi i bambini e le bambine, ma anche gli studenti delle scuole superiori, che andranno in bici a scuola questo venerdì a Torino, in concomitanza con Roma, Milano, Genova, Bologna.

L’occasione è buona per ricordare che la mobilità sostenibile e attiva è la migliore soluzione per contrastare i problemi della qualità dell’aria delle nostre città, ma anche per garantire in particolare a bambini e ragazzi una qualità della vita più sana, attività motoria e i benefici per la salute di tutti che ne deriva. Inoltre la bicicletta è il miglior mezzo per garantire il distanziamento a maggior ragione in questo momento in cui le scuole hanno ripreso a pieno regime e i mezzi pubblici vanno sottodimensionati. 

Al tempo stesso con il Bike to school, le associazioni promotrici vogliono sostenere l’attivazione e la sperimentazione di molte strade/zone scolastiche (come previsto all’interno del DL Semplificazioni), che sta avvenendo con nostra gioia in molte città e che andrebbe estesa alle strade di tutte le scuole. 

Ancora una volta col Bike to school si vuole ricordare l’importanza della mobilità attiva, liberando le aree davanti agli ingressi delle scuole dal traffico a motore, sia per garantire sicurezza sia per contribuire ad una migliore qualità dell’aria.

E in particolare si chiede alle Amministrazioni locali:

- di istituire zone scolastiche davanti a ogni scuola

- di pianificare e mettere in sicurezza, anche attraverso un utilizzo più diffuso delle corsie ciclabili, itinerari casa-scuola per favorire la mobilità ciclistica/micromobilità 

- di spingere verso l'adozione dei mobility manager scolastici come già previsto dalla legge 221 del 28 dicembre 2015, tuttora ampiamente ignorata

- di attrezzare tutte le scuole con rastrelliere e consentire il parcheggio interno dove possibile per poter parcheggiare in sicurezza le biciclette

Venerdì 30 aprile, l’invito a studenti, genitori e insegnanti è di partecipare e organizzare un “Bike to school” nella propria scuola o nel proprio quartiere.

Organizzando piccole masse critiche colorate, si contribuisce a restituire le strade alle persone.

Per aderire si può compilare il form on line qui (sia singolarmente che per gruppi)

Qui è disponibile la mappa con i punti di ritrovo e i bike to school organizzati, i referenti e i percorsi per chi si vuole aggregare.

Nell’evento Facebook è disponibile anche un modello di lettera da spedire al proprio istituto.

Chi vuole aderire e promuovere un appuntamento di “Bike to school” nella propria scuola può scrivere a info@bikepride.net e Bike Pride offrirà un supporto nella promozione.

Ricordiamo un breve vademecum per organizzare un “Bike to school”:

individuare un referente organizzativo 

  • decidere orario e luogo di incontro per radunarsi, conoscersi e magari fare colazione insieme, rispettando il distanziamento fisico e l’uso della mascherina

  • stabilire il percorso, di solito entro i 2 km, valutando tappe intermedie per coinvolgere altri partecipanti provenienti da zone diverse

  • comunicare il programma tramite le bacheche della scuola, i volantini negli armadietti, i gruppi dei genitori e la pagina facebook dell’evento 

  • durante il tragitto, pedalare in gruppo rimanendo compatti, anche accanto ai più piccoli (il Cds consente di pedalare a fianco dei bambini fino a 10 anni), ma soprattutto divertirsi, fare molte foto e raccontare a tutti l’esperienza!

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium