/ Politica

Politica | 01 luglio 2021, 13:23

L'ex grillino Carretto sindaco per Torino Verde: "Aperti a M5S e Verdi"

Terzo polo alternativo al "csx che propone idee di 30-40 anni fa, mentre Damilano cerca di presentarsi come faccia pulita di FdI e Lega"

Damiano Carretto tra Giorgio Bertola e Francesca Frediani

Damiano Carretto candidato sindaco per Torino Verde

"Credo che il M5S e i Verdi potrebbero trovare nella mia candidatura la via d'uscita alle ambiguità a cui sono soggette". Con queste parole Damiano Carretto ha lanciato la sua candidatura a sindaco per "Torino Verde". L'ex consigliere del M5S ha annunciato questa mattina la sua discesa in campo alla Cavallerizza Reale, un luogo per lui fortemente simbolico perché in questi anni si è battuto fortemente contro la privatizzazione del bene Unesco. 

A sostenerlo Frediani e Bertola del M40

E a sostenerlo in questa nuova avventura politica i consiglieri regionali del M4O Francesca Frediani e Giorgio Bertola, oltre alla parlamentare di Alternativa c'è Jessica Costanzo. Tutti esponenti politici usciti in questi anni dal Movimento. 

Terzo polo alternativo al csx e cdx

"Sono stato scelto - ha spiegato Carretto - come candidato sindaco per la coerenza portata avanti in questi anni, anche scontrandomi con la mia vecchia forza politica: le promesse fatte agli elettori sono sacre e ho cercato di mantenerle fino all'ultimo". Torino Verde, che si presenterà con una lista in Consiglio Comunale e non nelle Circoscrizioni, punta ad essere un terzo polo alternativo al  "centrosinistra, che propone idee di 30-40 anni fa come la Tangenziale Est, mentre Paolo Damilano cerca di presentarsi come faccia pulita di FdI e Lega, che hanno costruito il loro consenso su odio. Noi vogliamo essere una forza politica fortemente ambientalista, con una città a misura di bambino e anziani. Una Torino dei diritti, che guardi al futuro e ad una vera transizione ecologica, non quella finta del Governo Draghi". 

"Vedo il M5S alla ricerca di un'identità e questa identità potremo essere noi"

"Se il M5S - ha proseguito, interrogato sulla possibilità di creare una coalizione con gli ex colleghi - si riconoscesse nel nostro progetto nessuna preclusione nel condividere programmi e magari un'alternativa forte e credibile. Vedo il M5S alla ricerca di un'identità e questa identità potremo essere noi".

Frediani: "Raccogliere chi è rimasto senza casa dopo implosione M5S" 

"Crediamo che il nostro movimento - ha aggiunto Francesca Frediani - possa crescere e raccogliere le persone che sono rimaste senza casa, dopo l'implosione del M5S". 

"Torino Verde" si presenta ai cittadini con trenta proposte, che vanno da una città in cui i servizi siano a disposizione dei cittadini in 15 minuti, alle scuole "car free", ai bus gratis per gli under 14, fino alla riapertura dei Murazzi.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium