/ Eventi

Eventi | 23 settembre 2021, 13:38

Al via, domani sera, la Notte europea dei ricercatori organizzata dal Politecnico e dall’Università

Edizione completamente rinnovata, con oltre 250 attività; cuore dell'evento il Castello del Valentino con oltre 40 stand

Al via, domani sera, la Notte europea dei ricercatori organizzata dal Politecnico e dall’Università

Venerdì 24 settembre alle ore 15 apre a Torino l’edizione 2021 della Notte Europea dei Ricercatori, in una formula completamente rinnovata e ampliata, con oltre 250 proposte gratuite per un pubblico di tutte le età. Cuore dell’evento, il Castello del Valentino, residenza sabauda sede del Politecnico di Torino, aperto alla città con 42 stand, a cui si aggiungono i 6 allestiti presso l’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Torino.

Organizzata dal Politecnico di Torino, capofila del progetto, e dall’Università degli Studi di Torino, sotto il prestigioso cappello della Commissione Europea con il progetto Sharper - Sharing Researchers' Passion for Engaging Responsiveness e con il patrocinio del Comune di Torino,. Main partner della Notte di Torino sarà Intesa Sanpaolo, che conferma l’interesse per le attività culturali proposte dal Politecnico. La Fondazione Compagnia di San Paolo, nell’ambito di Sistema Scienza Piemonte, ha voluto ancora una volta garantire il proprio sostegno all’iniziativa, resa possibile anche grazie alla proficua collaborazione di 27 partner del territorio.

Nelle due giornate del 24 (dalle 15.00 alle 24.00) e 25 settembre (dalle 10.30 alle 19.30), il pubblico potrà scoprire, finalmente di nuovo in presenza, laboratori, esperimenti, giochi, racconti di scienza, esposizioni e spettacoli, presentate al pubblico in 12 differenti sedi (Castello del Valentino, Sede centrale del Politecnico, Orto botanico, Palazzo del Rettorato dell’Università, Complesso Aldo Moro, Museo di anatomia umana “Luigi Rolando”, Museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso”, Museo della frutta “Francesco Garnier Valletti”, Cortile palazzo degli Istituti anatomici, Centro Interdipartimentale di ricerca per le Biotecnologie molecolari, Dipartimento di Scienze cliniche e biologiche, INRiM) e suddivise in 6 tipologie di attività:

•             LABORATORI DELLA RICERCA

È il format classico della Notte europea dei ricercatori, che attira sempre l’attenzione di grandi e bambini: ricercatrici e ricercatori di diverse discipline presentano dal vivo esperimenti, giochi e prototipi per avvicinare il pubblico alla scienza e far comprendere l’importanza della ricerca scientifica, tecnologica, sociale e umanistica. Tra le proposte più d’impatto di questa Notte, presso il Piazzale Chevalley del Castello del Valentino, il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio di Politecnico e Università presenta l’attività esperienziale Come si muove l’acqua nei torrenti o sotto i ponti?”: in una vasca trasparente piena d’acqua si potranno inserire modelli in scala di filtri per capire come questi impediscono al materiale solido di entrare negli impianti idroelettrici oppure capire il funzionamento delle scale per la risalita dei pesci nei torrenti o, ancora, inserire il modello di un pilastro di ponte per verificare gli effetti sulla velocità dell’acqua; l’esperimento è allestito proprio dove 150 anni fa fu allestito un laboratorio di Idraulica del Politecnico, utilizzando l’acqua della Dora Riparia.

 

•             CAFFÈ SCIENTIFICI

Incontri tematici per dialogare con ricercatrici e ricercatori nell’atmosfera distesa di un bar, di fronte a una birra o un caffè. Tante le tematiche proposte, dai materiali per il design al cambiamento climatico e l’economia circolare, alle storie di donne e scienza proposti al Castello del Valentino, dove sarà ospitato anche un “Caffè con l’Europa” con la Rappresentanza a Milano della Commissione Europea. Nel cortile del Rettorato dell’Università si discuterà del racconto di musei e collezioni, mentre l’INRiM propone un “Gran Caffè delle misure” venerdì 24 settembre.

 

•             MARATONE DELLA RICERCA

Racconti alla scoperta della bellezza della ricerca, con conduttori d’eccezione che “sfidano” ricercatrici e ricercatori a rispondere a domande bizzarre, a sfatare miti, bufale o stereotipi su temi specifici e sulla scienza in generale; le due maratone proposte (24 settembre, ore 16.00, Cortile del Rettorato dell’Università e 25 settembre, ore 16.00, Terrazza Caffè del Castello del Valentino) saranno moderate da Barbascura X e Luca Perri, figure di spicco del mondo della divulgazione scientifica.

 

•             PASSEGGIATE CON LA RICERCA

Itinerari a piedi nel centro di Torino in compagnia di una ricercatrice o un ricercatore che racconta la propria attività scientifica traendo spunto dal percorso e dalle sue tappe. Partiranno venerdì dalla Corte d’Onore a partire dalle ore 15: Passeggiamo dando i numeri a cura dell’Istat, A spasso con il sapere a cura del Dipartimento di Scienze Mediche, Geometrizz@to a cura del Dipartimento di Architettura e Design Polito, Il mobile mapping 3D: dalla realtà al modello virtuale a cura del i Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico e Ci possiamo fidare dei veicoli autonomi? del Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico; dal Cortile del Rettorato partiranno invece: Passeggiata tra i murales: Lavazza towards 2030 del Dipartimento di Scienze veterinarie di Unito, Scienza, tempo e spazio nel centro di Torino del Dipartimento di Matematica Unito, City life: sulle tracce del vivente del Dipartimento di Automatica e Informatica Polito, Forma urbana e architettura. Morfologie urbane “transizionali” del Dipartimento di Architettura e Design Polito e infine Il bestiario in città del dipartimento di scienze veterinarie Unito.

Sabato le passeggiate riprenderanno dalle 10.30 dalla Corte d’Onore con Il Po: un fiume di scienza, musica e letteratura a cura del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (ripetuta anche alle 16.00); si continua alle 11.00 con Di chi sono le strade? Passeggiata in bicicletta del Dipartimento di Culture, Politica e Società Unito e alle 18.00 con Ci possiamo fidare dei veicoli autonomi?

 

·                MUSEI E MOSTRE

Aperture straordinarie dei musei partner della Notte e percorsi espositivi con immagini, documenti, video e materiali che raccontano curiosità e storie di scienza;

 

•             SPETTACOLI

Musica e teatro per parlare (anche) di scienza. Venerdì sera alle 21.30 andrà in scena nell’Auditorium del Complesso Aldo Moro in via Verdi “MARGHERITA HACK Una stella infinita”, in cui Ivana Ferri affida alla voce di Laura Curino il racconto in prima persona di una straordinaria donna e scienziata; sabato sera, invece, il palco dell’Aula Magna del Politecnico sabato alle ore 21 ospiterà gli EUGENIO IN VIA DI GIOIA con il CONCERTO LEGGERO, un single show dedicato all’evento con un “best of” di brani che portano a riflessioni sul nostro tempo e sulla sostenibilità ambientale.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium