/ Moncalieri

Moncalieri | 18 ottobre 2021, 19:35

Moncalieri, successo per la Fëra dij Subièt e Sua Maestà il Bollito

Sabato sera la bagna cauda, domenica a pranzo il bollito e la sera il fritto misto, per un weekend all'insegna del buon cibo e delle specialità locali

Fëra dij Subièt e Sua Maestà il Bollito

Moncalieri, successo per la Fëra dij Subièt e Sua Maestà il Bollito

L’edizione 2021 della Fëra dij Subièt e Sua Maestà il Bollito ha fatto segnare un grande risultato di presenze e di interesse a Moncalieri. La kermesse è iniziata sabato 16 con la ormai tradizionale cena a base di Bagna Càuda: realizzata in collaborazione con Coldiretti e il Comitato Manifestazioni Carignano, ha visto riempire dai commensali tutti i posti ai bei tavoli rotondi, posti sotto la tensostruttura riscaldata, allestita in Piazza Caduti per la Libertà a Borgo Navile. 

La manifestazione ha visto il suo clou domenica. La giornata di bel tempo ottobrino ha accompagnato il taglio del nastro sotto l’Arco di Borgo Navile da parte del Sindaco Paolo Montagna, accompagnato dall’Assessore Angelo Ferrero, da diversi Consiglieri Comunali, dai rappresentanti dei Carabinieri e da quelli di Pro Loco Moncalieri, organizzatrice ufficiale della Fëra con l’Associazione Macellai di Moncalieri e il Circolo Culturale Saturnio. La cerimonia è stata allietata con l’esibizione della Filarmonica di Moncalieri. A seguire la consueta rassegna delle Autorità civili e militari del percorso espositivo della Fëra in Via San Martino, per proseguire in Via Carlo Alberto fino al Museo dei Subièt, dove la Presidente del Circolo Culturale Saturnio che lo gestisce, Wanda Sorbilli, ha accolto le Autorità, dando spazio anche al proseguio dell’esibizione della Filarmonica.  

Il Pentolone contenente Sua Maestà il Gran Bollito, per motivi di sicurezza legati al Covid-19 e all’impossibilità di garantire alle usuali code di persone il necessario distanziamento nella piazza, non ha potuto essere allestito, ma è stato splendidamente sostituito dalla maestria dello Chef Ugo Fontanone de La Taverna di Frà Fiusch, che ha preparato il pranzo proprio a base del Bollito Misto: le persone, che si erano prenotate il posto ai tavoli della tensostruttura, han potuto gustarlo… leccandosi i baffi! Dalle ore 12.30 l’accesso ai tavoli è cominciato e prima di iniziare il pranzo, il Sindaco Montagna e l’Assessore Ferrero hanno effettuato il tradizionale taglio del Bollito. Come di consueto, decine di porzioni di Bollito sono state accantonate e poi consegnate nel tardo pomeriggio a Casa Vitrotti di Moncalieri. 

Anche in questa edizione Elia Tarantino con le telecamere della sua trasmissione Mosaico ha ripreso i momenti salienti della giornata, che costituiranno una puntata dedicata alla kermesse. 

Il pomeriggio ha continuato a segnare il buon successo della Fëra, con moltissima gente per Via San Martino e Borgo Navile a curiosare ed effettuare acquisti presso le bancarelle artigianali e dei Maestri dei Subièt che erano in mostra. Molta gente, pure proveniente da fuori regione, al Museo dei Subièt, con anche una mostra dell’artista Elisa Bona, la quale ha dedicato parte della sua creatività alla realizzazione di fischietti in ceramica e a raccogliere una piccola collezione che ha donato per l’occasione al suddetto Museo. 

Alla sera è andata in scena l’ultima parte della manifestazione tradizionale moncalierese: il Gran Fritto Misto alla Piemontese ha fatto di nuovo il tutto esaurito sotto la tensostruttura di Borgo Navile: preparato da La Taverna di Frà Fiusch/Chef Ugo Fontanone, ha allietato, con grande soddisfazione, i palati degli amanti della buona tavola.

m.d.m.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium