/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 19 ottobre 2021, 08:01

Fondazione Mirafiore, torna l'appuntamento con il Laboratorio di Resistenza permanente

Al via l'undicesima edizione del cartellone che va dal 30 ottobre al 25 aprile

Il ministro Renato Brunetta

Renato Brunetta sarà uno degli ospiti del Festival

“Finalmente, dopo oltre un anno e mezzo di stop, torna il nostro Laboratorio di Resistenza permanente e torna in grande stile con una serie di appuntamenti imperdibili che ci aiuteranno a capire meglio la realtà in cui viviamo, che ci faranno riflettere, certamente, ma che ci faranno anche divertire”, dichiara Paola Farinetti nel presentare l’XI anno di attività della Fondazione E. di Mirafiore voluta da Oscar Farinetti.

 

Dal 30 ottobre 2021 al 25 aprile 2022 il teatro della Fondazione tornerà infatti ad ospitare dialoghi, letture, incontri, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale, indagando prospettive, possibilità e dinamiche del mondo di oggi. Si alterneranno sul palco importanti imprenditori, giornalisti, scrittori, uomini e donne di scienza, economia, politica, musica e spettacolo per confrontarsi con quella che, ormai, è una vera e propria comunità consolidata, che riflette intorno ai valori fondamentali per migliorare il presente.

 

Inaugurerà la stagione 2021-22 l’attuale Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, che propone una riflessione sul ruolo degli impiegati, a tutti i livelli, della pubblica amministrazione nel delicato periodo pandemico che stiamo attraversando e in vista di una strategia di ripresa.

A seguire, il teatro della Fondazione ospiterà Gianluca Nicoletti, giornalista, scrittore e autore radiotelevisivo, attualmente in forze nel palinsesto di Radio 24 con due trasmissioni, si occupa attivamente di diffondere cultura sull'autismo e la neuro diversità. La sua lectio in Fondazione partirà proprio dalla riflessione sui “Cervelli Ribelli”, quelli strani, quelli che deragliano rispetto alle vie tracciate.

Si prosegue con due grandi donne: Antonella Viola, immunologa che abbiamo imparato a conoscere nell’ultimo anno e mezzo grazie allo spazio a lei dedicato nei vari programmi tv, e Cecilia Strada figlia del noto medico scomparso ad agosto che dedica la sua vita a salvare vite in mare con la onlus ResQ – People saving people.

 

Tre Governatori di tre Regioni del Nord Italia, di tre diversi politici, ma di uguale concretezza, Alberto Cirio, Luca Zaia e Stefano Bonaccini si confronteranno in un dibattito moderato dal padrone di casa Oscar Farinetti e poi, sempre rimanendo nel mondo della politica, la Fondazione darà voce a Elsa Fornero, attualmente consulente del Governo Draghi all’interno del Consiglio di indirizzo economico, e a Mattia Santori, leader del movimento di attivismo politico noto come Le Sardine.

Tornano anche due grandi amici della Fondazione: Gianrico Carofiglio e Aldo Cazzullo che si alternano alla comica e conduttrice radiotelevisiva Geppi Cucciari e all’attore Alessandro Haber, che ha di recente dato alle stampe un libro sulla sua vita.

Dopo la pausa natalizia, il programma della Fondazione Mirafiore riprende con il Ministro degli Esteri del governo Draghi, Luigi di Maio (data da confermare); con lo scrittore Carlo Lucarelli la cui lectio prenderà spunto dal suo ultimo romanzo, e il cantautore/attore David Riondino.

Ma la musica continua a essere protagonista con due incontri in ricordo di due grandi cantautori italiani: Fabrizio De André e Lucio Battisti. Da una parte Dori Ghezzi e Francesca Serafini ricorderanno Fabrizio De André con le sue canzoni interpretate dalla cantautrice ligure Maria Pierantoni Giua, e dall’altra Andrea Barbacane, nipote di Lucio, racconterà un personale Lucio Battisti e le sue musiche.

Esplorando il mondo delle scienze, si aggiungono agli ospiti anche il virologo e divulgatore scientifico Roberto Burioni che mantiene alta l’attenzione sull’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, e il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti, scopritore, insieme al suo team dell’Università di Parma, dei “neuroni specchio” in compagnia del giornalista Antonio Gnoli, coautore del libro “In te mi specchio”.

 

Ci sarà anche lo scrittore Emanuele Trevi, premio Strega 2021 con il romanzo “Due vite”, la scrittrice e blogger Enrica Tesio che ci presenterà il suo nuovo libro in uscita per febbraio e Milena Bertolini, l’allenatrice della nazionale di calcio femminile.

Non mancherà un appuntamento speciale con la proiezione del film di Marino Bronzino, “Le mani in pasta”, che racconta per immagini la possibilità di fare impresa in modo etico, mantenendo ben salde le radici in un territorio e al tempo stesso guardando al mondo. A testimoniare questa avventura ci saranno tutti i protagonisti che compaiono nel film, compresi i “nostri” Bruno Ceretto e Oscar Farinetti.  E poi anche Joe Bastianich, ristoratore, produttore di vino, uomo della tv, che verrà però a trovarci nelle inedite vesti di folk-singer insieme ai suoi musicisti. E poi non mancheranno le sorprese, che saranno annunciate nel corso dell’anno quando saranno fissate le ultime date.

 

Il ciclo di incontri terminerà, come da tradizione, il 25 Aprile con la festa partigiana nel Bosco dei Pensieri di Fontanafredda.

comunicati stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium