/ Moncalieri

Moncalieri | 20 novembre 2021, 15:30

Moncalieri, 200 dissuasori contro la malasosta non placano l'ira dei commercianti per il centro pedonalizzato

Raccolte 350 firme, si punta ad un incontro con l'Amministrazione, che per ora non fa retromarcia sul no alla circolazione delle auto. E sullo sfondo c'è l'ipotesi serrata

centro storico moncalieri

I dissuasori contro la malasosta a Moncalieri non placano i commercianti per il centro storico pedonalizzato

La guerra al parcheggio selvaggio nel centro storico non è servita per riportare il sereno con i commercianti, che non hanno ancora digerito la pedonalizzazione del 'cuore pulsante' di Moncalieri e sono pronti ad una serrata di protesta.

A poche settimane dal Natale l'Amministrazione 'combatte' una doppia battaglia: per sconfiggere i 'furbetti' dei parcheggi' ma anche per ricucire il rapporto con i negozianti del centro.

200 dissuasori contro la malasosta

Il Comune ha avviato l'itera per installare duecento paletti dissuasori, che saranno sistemati lungo via Galilei, via Buonarroti e le altre zone di Moncalieri interessate dal problema di chi non rispetta le norme della (buona) circolazione.

Le installazioni partiranno entro la fine dell'anno, con l’intento di migliorare la vita ai residenti e anche di chi gestisce un'attività commerciale, specie ora che si avvicinano le feste e i momenti degli acquisti natalizi, momento fondamentale per attività che hanno pagato un dazio pesantissimo alle chiusure e alle limitazioni imposte dal Covid.

La protesta dei commercianti

Ma la decisione del sindaco Paolo Montagna e dell'Amministrazione di chiudere il centro alla circolazione delle auto, con l'isola pedonale dal pomeriggio a mezzanotte, che già non era stata gradita da alcuni negozianti, adesso ha visto di nuovo montare la protesta. In passato c'era stata una raccolta firme, con lettera spedita al Comune, da alcuni giorni invece su diverse vetrine del centro storico sono apparsi manifesti di protesta: "351 firme, 10 criticità evidenziate. Nessuna risposta".

Il passo successivo potrebbe essere addirittura una serrata, anche se pare poco improbabile, almeno nell'immediato. Si spera, con questa azione, di ottenere un incontro con le istituzioni, sindaco e assessore al Commercio Angelo Ferrero, per trovare una soluzione condivisa. Anche se il Comune non sembra intenzionato a fare retromarcia sul progetto pedonalizzazione, visto che uno degli intenti era proprio quello di creare maggiore spazio per i dehors.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium