/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 13 dicembre 2021, 20:17

Musica per ricordare Fiorenzo Alfieri. L’assessore Purchia: “E’ stato un mito, il suo lavoro per la città irraggiungibile”

Tantissimi cittadini radunati davanti alla Galleria Tamagno del Teatro Regio per omaggiare il pedagogista. Mercoledì 15 dicembre l’incontro “Fiorenzo Alfieri amministratore: strategie di cambiamento” in Sala Rossa

il regio ricorda fiorenzo alfieri

Musica per ricordare Fiorenzo Alfieri. L’assessore Purchia: “E’ stato un mito"

Sulle note di “Va’ pensiero” che si chiude l’omaggio musicale del Teatro Regio a Fiorenzo Alfieri a un anno dalla sua scomparsa. 

Un’iniziativa organizzata da famiglia e amici, in collaborazione e con il patrocinio della Città di Torino e del Teatro stesso, che ha visto la partecipazione di numerosi cittadini, radunati davanti alla Galleria Tamagno dove il Coro del Teatro Regio, istruito dal maestro Andrea Secchi, ha eseguito oltre al Va’ Pensiero di Giuseppe Verdi, l’Ave Verum Corpus di Wolfgang Amadeus Mozart, Wie lieblich sind deine Wohnungen dal Deutsches Requiem di Johannes Brahms. Un omaggio alla grande passione per la musica di Fiorenzo Alfieri. 

Pedagogista e più volte assessore all’istruzione e alla cultura, fu tra i coordinatori del primo piano strategico della città e ideò le Luci d’Artista. E’ venuto a mancare all’età di 77 anni dopo aver contratto il Covid.

Purchia lo esalta: "E' stato un mito"

“Ho avuto l’onore di incontrarlo nel 2006 - lo ricorda l’assessore Rosanna Purchia - quando affondò le Olimpiadi della cultura  a Luca Ronconi. Ho trascorso due mesi qui con lui a Torino, sono stati straordinari. Tremo e non dormo pensando di coprire la sua poltrona, un ruolo che secondo me ha ricoperto in maniera irraggiungibile. È stato un mito”. 

Il ricordo del sindaco Lo Russo

"La sua passione per Torino, per la cultura, hanno reso la nostra città migliore. Una persona entusiasta, ricca di idee e capace di immaginare e realizzare i progetti. Aveva la straordinaria dote non solo di pensare, ma di realizzare". Così il sindaco Stefano Lo Russo ha ricordato, a un anno dalla sua scomparsa, l'ex assessore e animatore della vita culturale torinese, 'padre' delle Luci d'Artista, Fiorenzo Alfieri. "Da un anno siamo più soli. E sono diverse le occasioni in cui ci manca", ha aggiunto Lo Russo, confidando che gli sarebbe piaciuto "confrontarmi con lui in queste prime settimane di amministrazione. Torino sta attraversando un periodo di rinnovamento e so per certo che le sfide gli sarebbero piaciute perché non era in alcun modo un conservatore".

Mercoledì la commemorazione in Sala Rossa

In suo ricordo la città organizzerà un altro momento commemorativo: mercoledì 15 dicembre, dalle ore 16.30, l’Associazione dei Consiglieri Comunali della Città di Torino organizza in Sala Rossa l’incontro “Fiorenzo Alfieri amministratore: strategie di cambiamento”; interverranno Eleonora ArtesioValentino CastellaniSergio ChiamparinoGianni GiardielloAngela La RotellaGiampiero LeoMarziano MarzanoAntonella Parigi e Ledo Prato. Introdurrà i lavori Giancarlo Quaglioti, a cui seguirà il saluto del Sindaco Stefano Lo Russo e del Presidente del Consiglio Comunale Maria Grazia Grippo.

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium