/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 18 maggio 2022, 13:55

I 5 aspetti da considerare per scegliere un hotel ad Amsterdam

Amsterdam è una delle città che, almeno una volta nella vita, vanno visitate

I 5 aspetti da considerare per scegliere un hotel ad Amsterdam

Amsterdam è una delle città che, almeno una volta nella vita, vanno visitate. Se hai rimandato da tempo questa imperdibile esperienza o semplicemente ti è venuta in mente visualizzando il nostro articolo, è arrivato il momento di organizzarsi. Gambe in spalla quindi, perché la capitale olandese offre veramente tanto da vedere: il suo centro risalente al 16° secolo è un vero groviglio di strade e viuzze strette e brulicanti di vita, inframezzate da romantici canali e dai caratteristici ponti. Bar, caffè e ristoranti si alternano a musei e luoghi di interesse artistico e culturale, senza dimenticare i tanti negozi e centri dedicati allo shopping.

Perfetta da visitare in un weekend, anche se le tante attrazioni richiederebbero di dedicare almeno una settimana, Amsterdam è facilmente raggiungibile dalla maggior parte degli aeroporti d’Italia, d’Europa e del mondo. Il suo aeroporto, Schiphol, offre collegamenti a ogni ora del giorno e della notte e ospita sia compagnie low cost che tradizionali. E, se vogliamo dirla proprio tutta, nel 2020 ha ottenuto il riconoscimento di migliore aeroporto dell’Europa Occidentale.

Una volta deciso se prendere l’aereo o qualsiasi altro mezzo e raggiungere l’Olanda, bisogna organizzare la sistemazione. Dove alloggiare durante la nostra vacanza Amsterdam? Anche in questo caso c’è l’imbarazzo della scelta: le soluzioni sono talmente tante che individuare l’hotel più adatto a noi, alle nostre esigenze e al nostro budget può essere più complicato del previsto. Ecco quindi una guida rapida e completa su come orientarsi per scegliere la nostra sistemazione ideale nella vibrante capitale dei tulipani.

La guida fondamentale su come selezionare il tuo hotel

Individuare l’hotel giusto quando siamo in vacanza è fondamentale affinché il nostro soggiorno sia piacevole e soddisfacente. Impresa più facile a dirsi che a farsi però, dato che sono diverse le coordinate da tenere in considerazione, che spaziano dal tipo di struttura ai servizi offerti, fino alla posizione dell’hotel. Vediamo quindi come muoverci per non perdersi nell’infinita offerta di strutture disponibili ad Amsterdam:

1.    Valuta se vuoi trovare un hotel in centro: Amsterdam è una città abbastanza piccola rispetto ad altre capitali europee, e la distanza tra il centro e la zona più moderna non è così impegnativa da coprire come in altre grandi città. Questo vuol dire che, se anche non decidi di soggiornare in un hotel nella zona centralissima, non per questo troverai grandi difficoltà per raggiungere il centro. Se il fascino di trovare davanti a te il Canal Ring o le Nine Streets appena esci dall’hotel è irresistibile, vada per il contro allora!

2.    Seleziona le zone della città diverse dal centro in base ai tuoi programmi: se ami soggiornare in aree più tranquille e decidi di optare per una zona che non sia il centro, anche in questo caso avrai una lunga lista di strutture pronte ad accoglierti. Amsterdam è una città che ha fatto della varietà uno degli aspetti più caratteristici. Per questo, da una zona all’altra gli scenari possono cambiare totalmente. Oud-West ad esempio è un’area che unisce un’atmosfera sofisticata a tanto verde, grazie al Vondelpark. Jordaan invece è la zona che nel 17° secolo ospitava la classe lavoratrice e gli immigrati, e che oggi è invece è la più esclusiva di Amsterdam: gallerie, boutique e locali chic sono l’anima di questa parte della capitale. De Pijp è invece uno dei quartieri più informali e colorati della città, dove puoi entrare nel vivo della quotidianità degli abitanti;

3.    Non dimenticare la vita notturna di Amsterdam: uscire la sera, soprattutto se sei in vacanza, è uno dei piaceri a cui rinunciamo solo se torniamo distrutti da una giornata interamente dedicata a visitare la città. Quando decidi di scegliere un hotel che sia nella zona dei locali e della movida, ricorda però che ad Amsterdam c’è il quartiere a luci rosse, una zona assolutamente sicura ma che può provocare un po’ di disagio se decidi di passeggiare dopo cena con la tua famiglia, bimbi inclusi. Inoltre, potresti ritrovarti a dormire nella stanza di un hotel che si affaccia sulla strada, con il rischio di essere infastidito dagli schiamazzi notturni;

4.    Considera i costi fluttuanti degli hotel: trovare una struttura che sia abbastanza economica ad Amsterdam non è difficile, ma tieni presente che i prezzi possono variare e anche di molto da un giorno all’altro, soprattutto nei periodi di alta stagione. Quest’ultima copre un arco temporale abbastanza ampio, dato che va da aprile/maggio fino ai primi mesi autunnali. Se puoi quindi, prenota sempre con un certo anticipo il tuo hotel e soprattutto, se trovi un’offerta conveniente, evita di posticipare la prenotazione se sei sicuro di partire: è probabile infatti che nel giro di poche ore l’offerta sia svanita! Abbastanza sconsigliata è poi la prenotazione direttamente sul posto, se hai un budget specifico per la tua vacanza;

5.    Scale e bici fanno parte del pacchetto: Amsterdam si estende in pianura, a un livello di circa 2 metri sotto il mare. Non c’è quindi ombra di salite e discese, ma questo vale per la struttura della città, non per i suoi hotel soprattutto se situati nel centro. Gli hotel della parte più antica della capitale si trovano in edifici il più delle volte piccoli e dalle tipiche facciate a capanna, in cui a fare da collegamento tra i vari piani ci sono le scale. Strette, ripide, spesso in legno: per fortuna, molti hotel hanno creato dei sistemi più comodi per i bagagli grazie a delle corde, ma rimane il fatto che se cerchi un hotel con tanto di ascensore, dovresti optare per una struttura più distante dal centro, realizzata in tempi più recenti. Se ami muoverti da una parte all’altra della città liberamente, avrai un mezzo a tua disposizione assolutamente sano e green: la bicicletta! La maggior parte degli abitanti di Amsterdam si muovono in bici. Piste ciclabili e assoluto rigore sono un must se decidi di aderire anche tu a questa modalità di spostamento, decisamente divertente e salutare!

Cosa fare e non fare ad Amsterdam

Quando si visita una nuova città, la regola che vale sempre e dovunque è quella di rispettarne le regole e la cultura. Amsterdam è una città estremamente ospitale, ma per trascorrere una vacanza indimenticabile è importante conoscerne usi e costumi. Ad esempio, ricorda che la pista ciclabile è riservata solo alle biciclette, così come la zona pedonale è esclusivamente dedicata ai pedoni: che tu sia a piedi o in bici, non dimenticare di proseguire la tua esplorazione della città seguendo il percorso giusto!

Inoltre, prima di decidere di noleggiare una bici, assicurati di sentirti a tuo agio a pedalare in una città che non conosci: dai un’occhiata prima per evitare di trovarti in situazioni spiacevoli. E ricordati di utilizzare lucchetti e sistemi antifurto: le biciclette, ad Amsterdam vanno letteralmente a ruba!

Altri aspetti da considerare riguardano ad esempio il servizio di bar e ristoranti: se decidi di provare un locale di livello medio o un po’ più economico, devi tenere in considerazione che il servizio può essere un po’ diverso rispetto a quello che ci aspettiamo, dato che spesso è necessario chiamare lo staff per ordinare o fare delle richieste mentre sei seduto al tavolo. Bando alla timidezza quindi: basta alzarsi e arrivare al bancone!

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium