/ Cronaca

Cronaca | 31 maggio 2022, 19:31

Si toglie la vita dopo essere fuggito dal pronto soccorso, ospedale di Cirié denunciato

L'iniziativa intrapresa dalla famiglia del 23enne suicida: l'episodio avvenne nell'aprile dello scorso anno

ospedale di cirié

Si toglie la vita dopo essere fuggito dal pronto soccorso, ospedale di Cirié denunciato

La famiglia di un giovane suicida dopo essersi allontanato dal pronto soccorso di Ciriè, ha denunciato l'ospedale ritenendo che il personale medico, non avvertendo i parenti, non avesse impedito la tragica fine.

La vicende riguarda un 23enne in cura presso il Sert per problemi psicologici, che nell'aprile dello scorso anno, dopo aver assunto un cocktail di farmaci, inviò un sms a un amico dicendo che voleva togliersi la vita. Così la sorella e il padre del ragazzo, che faceva uso di sostanze ed aveva già manifestato intenzioni suicide, lo accompagnarono al pronto soccorso dell'ospedale di Cirié, spiegando al personale medico la situazione. Il ragazzo venne preso in carico al triage e la famiglia invitata a tornare a casa.

Ma il giovane si allontanò poi dall'ospedale e venne ritrovato morto dagli agenti della polizia municipale in 'Zona Villaggio', dove si era impiccato. Nei giorni scorsi i familiari hanno presentato alla Procura di Cirié una querela in cui accusano l'ospedale di non averli avvisati quando il 23enne aveva lasciato il nosocomio. Un suicidio, dicono, che si poteva evitare.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium