/ Politica

Politica | 15 giugno 2022, 11:07

Un palcoscenico multidisciplinare al Teatro Nuovo, ma mancano i fondi. Comune: "Quattro milioni solo per la messa in sicurezza"

Palazzo Civico conta di ottenere altri stanziamenti e sta progettando il recupero della struttura di San Salvario

Un palcoscenico multidisciplinare al Teatro Nuovo, ma mancano i fondi. Comune: "Quattro milioni solo per la messa in sicurezza"

Il Teatro Nuovo potrebbe rinascere come palcoscenico multidisciplinare. Ma per ora non ci sono abbastanza soldi. I 4 milioni di euro previsti nell'ambito della riqualificazione del Parco del Valentino servono appena per la messa in sicurezza dello spazio. Il Comune però pensa in grande e punta ad ottenere altri stanziamenti per il recupero.

Spazio multidisciplinare

A tratteggiare lo scenario gli assessori alla Cultura e all'Urbanistica Rosanna Purchia e Paolo Mazzoleni, che questa mattina sono intervenuti in commissione sulla mozione della consigliera del M5S Tea Castiglione. "Il Teatro Nuovo - ha spiegato l'esponente pentastellata - è inserito nel complesso di Torino Esposizioni, che vedrà la creazione di campus universitario e di una biblioteca, oltre alla valorizzazione del Valentino". Da qui l'idea di convertirlo in uno spazio multidisciplinare, con all'interno "spazi performativi, sale prove e montaggio". 

109 mln per il recupero del Valentino 

Palazzo Civico grazie a 100 milioni di fondi europei, a cui si aggiungono 9 milioni di fondi olimpici, ha progettato il recupero del Parco del Valentino. Il grosso della cifra, come ha ricordato Mazzoleni, verrà investita nella trasformazione di Torino Esposizioni "dove verrà trasferita la Civica Centrale nel PalaNervi. Prevista poi una seconda linea di finanziamento per il restauro del parco e per la navigazione fluviale del Po. Una terza per il Borgo Medievale e poi il Teatro Nuovo". 

Grande palcoscenico 

Lo stanziamento per quest'ultimo, che nel 2022 tornerà in possesso del Comune, serve appena per la "sua messa in sicurezza. Non è ancora finanziata la sua trasformazione". Il Comune sta progettando però il recupero dello spazio, alla luce della "pioggia" di soldi che arrivano dall'Europa in questo momento. E sul futuro della struttura cultura di San Salvario l'assessore Purchia ha le idee chiare. "Penso ad un grande palcoscenico, dotato di tutte le attrezzature. Uno spazio flessibile, con sale prove che permetterebbero di dare vita a questo spazio come luogo performativo del nostro territorio", ha spiegato. 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium