/ Attualità

Attualità | 19 settembre 2022, 15:02

Via Sesia diventa una discarica a cielo aperto. Foglietta: "A fine settembre al via eco-isole in Barriera di Milano" [FOTO]

Catizone (Lega) denuncia come tra piazza Crispi e via Elvo siano stati lasciati mobili vecchi e frigoriferi

rifiuti ingombranti barriera di milano

Via Sesia diventa una discarica a cielo aperto

Frigoriferi, materassi, pensili di vario genere e un divano. Sono questi alcuni dei rifiuti ingombranti abbandonati illegalmente vicino ai cassonetti nelle traverse di corso Vercelli, tra piazza Crispi e via Elvo. Spazzatura lasciata in prevalenza in via Sesia, soprattutto nelle ore notturne.

A denunciare lo stato di degrado di questo angolo di Barriera di Milano il consigliere della Lega Giuseppe Catizone, che chiede maggiori controlli per "colpire chi abbandona indiscriminatamente i rifiuti" e di "potenziare la campagna comunicativa per fare conoscere il servizio gratuito di raccolta ingombranti". 

Da giugno 2022 spazzamento strade a Barriera 

L'assessore Chiara Foglietta ha replicato spiegando come il ritiro di frigoriferi e mobili abbandonati impropriamente "avviene in 24/48 ore dall'abbandono".

"Da giugno 2022  - ha poi aggiunto - è stato attivato un servizio di potenziamento dello spazzamento manuale pomeridiano nelle aree di Barriera di Milano particolarmente critiche". 

Al via differenziata con ecoisole

Foglietta ha poi ricordato come a fine settembre verrà attivato il nuovo "sistema di raccolta differenziata ad accesso controllato tramite "Ecoisole Smart" nel quartiere della Circoscrizione 6, in particolare "interesserà i torinesi residenti nell'area compresa tra via Sempione, via Cruto, via Cimarosa, Corso Regio Parco, corso Novara, corso Vigevano, via Cigna e via Fossata".

200 nuovi cassonetti 

I vecchi cassonetti verranno sostituiti con 200 nuovi informatizzati, dove sarà possibile conferire "vetro e metallo, plastica, organico e residuo non recuperabile. La raccolta di carta e cartone verrà, invece, gestita e potenziata tramite raccolta "porta a porta" con apposite attrezzature collocate nei cortili condominiali o in punti di accumulo stradali". In questa prima fase, per consentire ai cittadini di familiarizzare con il nuovo sistema, i nuovi cassonetti informatizzati saranno mantenuti ad accesso libero.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium