/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 22 settembre 2022, 15:27

Settimo Torinese, la "chimica" è quella giusta: da luglio oltre 4500 ingressi al "Mu-Ch"

Risultati incoraggianti per il museo cittadino dedicato alla scienza. Quasi un terzo dei visitatori arriva da fuori regione. E ora il banco di prova della scuola

persone sorridenti Museo della chimica

Un momento dell'inaugurazione del museo della Chimica a luglio

Una "chimica" che funziona: quella tra Settimo Torinese e la divulgazione scientifica. Lo conferma il bilancio dei primi mesi del Mu-Ch, il museo cittadino della chimica. A partire dal primo luglio sono stati staccati infatti 4533 biglietti di ingresso, una quota al di sopra delle aspettative, che risulta particolarmente incoraggiante anche in considerazione del periodo estivo, non certo il più “intenso” per il Mu-Ch.

Interessanti, e per certi versi sorprendenti, anche i dati sulla provenienza dei visitatori: quasi un terzo dei visitatori arrivano da fuori Regione: il 17% dal Nord Italia, il 9% dall'estero e il 3% dal Centro-Sud. "Questi dati rappresentano per noi un elemento positivo – interviene Alessio Scaboro, direttore scientifico del Mu-Ch –. Siamo solo all'inizio, ma i numeri sembrano indicare che il Mu-Ch è in grado di attrarre persone da lontano, e questo è un bel segnale che evidenzia la sua peculiarità".
Il restanti due terzi circa dei visitatori provengono rispettivamente da Torino e Provincia (50%) e dal resto del Piemonte (21%).

"Il Mu-Ch è stato in grado di animare la nostra città nel periodo estivo, convogliando persone – interviene la sindaca Elena Piastra –. Sono dati incoraggianti che ci spingono a lavorare per migliorare ancor di più l'offerta che Settimo propone a chi viene in visita. Sappiamo che non è semplice, ma vorremmo intercettare le persone che vengono per il Mu-Ch e coinvolgerle, invitarle a frequentare i nostri locali, a fare acquisti nei nostri negozi. C'è molto lavoro da fare in questo senso ma crediamo ne valga la pena: sarà importantissimo collaborare con aziende ed esercenti, e far passare il messaggio che il Mu-ch può essere un'opportunità importante a sostegno del nostro commercio e non solo".

Dopo l'estate, ora arriva il banco di prova dell'anno scolastico. "Negli scorsi mesi abbiamo lavorato molto con le scuole, per far conoscere la novità a un territorio piuttosto vasto, che supera i confini regionali – conclude Scaboro –. Siamo convinti di poter migliorare ancora i numeri già positivi di questi primi mesi di rodaggio".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium