/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 12 novembre 2022, 19:12

40° Premio Gambrinus Mazzotti: vince l'ecologia "formato famiglia" del torinese Daniele Scaglione

L'autore di "Più idioti dei dinosauri" conquista il riconoscimento

40° Premio Gambrinus Mazzotti: vince l'ecologia "formato famiglia" del torinese Daniele Scaglione

Anche la 40° edizione del 40° Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” si è conclusa, decretando il proprio Super vincitore. Con 21 voti su 40, espressi in diretta nel corso della cerimonia conclusiva svoltasi oggi sabato 12 novembre nella Sala Borsa della Camera di Commercio di Treviso e Belluno | Dolomiti, la Consulta dei Lettori ha assegnato il Super Premio “La Voce dei Lettori”, scegliendo l’opera preferita tra le vincitrici delle tre sezioni di gara: si tratta di “Più idioti dei dinosauri” (Edizioni E/O), del divulgatore torinese Daniele Scaglione, già selezionato dalla Giuria per la Sezione “Ecologia e Paesaggio”. Il libro è stato preferito a “L’alpinismo è tutto un mondo” dell’alpinista svizzera Silvia Metzeltin e della giornalista Linda Cottino (Club Alpino Italiano CAI - Centro operativo editoriale, 2022) premiato nella sezione “Alpinismo” (9 voti), e a “Arti e mestieri sull’Adige. Dalle Valli tirolesi all’Adriatico” dell’insegnante veronese Giannantonio Conati (Cierre Edizioni, 2021) premiato nella sezione “Artigianato di tradizione” (10 voti).

 

Daniele Scaglione, torinese, è formatore e consulente aziendale e collabora con Radio 3. È stato presidente della sezione italiana di Amnesty International dal 1997 al 2001 e tra i suoi libri si ricordano Rwanda. Istruzioni per un genocidio, cronache di un massacro evitabile e Le storie che costellano il cielo. Miti e magie guardando in su, entrambi pubblicati per le edizioni Infinito. Per le Edizioni E/O ha pubblicato anche Centro permanenza temporanea vista stadio.

 

Cambia la prospettiva, facendo entrare il problema del cambiamento climatico – sinora avvertito come “globale” e quindi spesso distante, di qualcun altro - nelle nostre famiglie: è questo il merito del libro “Più idioti dei dinosauri”.

Cos’altro c’è nel futuro di mio figlio? Dove potrà andare in vacanza? Cosa potrà mangiare? Avrà un mezzo proprio […]? Riuscirà, volendolo fare, a restare dove vive adesso o dovrà cercare un altro posto? Potrà rilassarsi o dovrà sempre stare sul chi vive? […] Dipende, ma dipende da cosa?”.

Il libro di Scaglione inizia con molte domande, mentre cerca di immaginare quale sarà il futuro di suo figlio a partire dalle piccole cose, dalle azioni e dalle scelte che oggi noi diamo per scontate.

È il futuro di suo figlio, non quello di generiche “future generazioni” ad essere in pericolo, e se si legge l’emergenza climatica da questa prospettiva anche la percezione cambia, non solo per l’autore ma per ognuno di noi.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium